rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Fumo / Nuova Zelanda

I nati dopo il 2008 non potranno mai più fumare sigarette: così la Nuova Zelanda vuole una generazione senza fumo

La legge dovrebbe essere approvata il prossimo anno. Tra le misure anche la riduzione della nicotina

La Nuova Zelanda vieterà il fumo alle nuove generazioni con una legge che dovrebbe essere approvata il prossimo anno. In caso di entrata in vigore della legislazione, tutti coloro che sono nati dopo il 2008, gli attuali 13enni, non potranno più comprare legalmente del tabacco. L'idea del governo è quella di avere una "generazione senza fumo" entro il 2025.

Il progetto di legge fa parte di un'ampia campagna antifumo annunciata giovedì dal ministero della Salute neozelandese. Tra le altre misure proposte dal governo ci sono: l'aumento dell'età legale per fumare, la riduzione della quantità legale di nicotina nei prodotti di tabacco a livelli molto bassi, la riduzione del numero di negozi dove le sigarette potranno essere vendute legalmente e l'aumento dei finanziamenti per i servizi che combattono la dipendenza. Le nuove leggi non limiteranno le vendite di sigarette elettroniche, scrive The Guardian.

"Vogliamo assicurarci che i giovani non inizino mai a fumare, quindi renderemo un reato penale la vendita o la fornitura di prodotti del tabacco ai giovani. I giovani che hanno 14 anni quando la legge entrerà in vigore non potranno mai comprare legalmente il tabacco", ha detto la ministra della Salute Ayesha Verrall.

L'11,6 per cento dei neozelandesi di età superiore ai 15 anni fuma, una percentuale che sale al 29 per cento tra gli adulti indigeni Maori. Il governo si consulterà con un gruppo di lavoro sulla salute Maori prima di introdurre la legislazione in parlamento. Le nuove regole sono state ben accolte dagli esperti di salute pubblica.

"La Nuova Zelanda sta ancora una volta guidando il mondo, questa volta con un piano di implementazione senza fumo per il 2025, e cambiando le regole del gioco", ha detto la dottoressa Natalie Walker, direttore del Centro di ricerca sulle dipendenze dell'Università di Auckland. Ridurre la nicotina nelle sigarette è una prima mondiale, ha detto il professore di salute pubblica Chris Chrislen. Dal punto di vista della salute, "tutti i miei desideri si sono avverati", ha detto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I nati dopo il 2008 non potranno mai più fumare sigarette: così la Nuova Zelanda vuole una generazione senza fumo

Today è in caricamento