“Era un neonazista”, eurodeputato di estrema sinistra espulso dal gruppo

Lui si scusa: “Mi ero innamorato di una militante”. I fatti risalgono ai primi anni ’90, quando il politico tedesco si è iscritto, e ha fatto parte per 4 anni, della formazione ultranazionalista Npd. È stato poi eletto nel 2019 tra le fila degli animalisti

Foto: profilo Instagram martin.buschmann

Oggi predica l’amore per gli animali, ma 25 anni fa militava nella formazione neonazista Partito nazionaldemocratico di Germania (Npd). Martin Buschmann, eurodeputato di 49 anni, è entrato al Parlamento europeo dopo le elezioni dello scorso anno. Il rappresentante del Partito per l'umanità, l'ambiente e la protezione degli animali è quindi entrato a far parte del gruppo parlamentare della Sinistra/Gue, la formazione che riunisce comunisti, socialisti, ambientalisti e animalisti di tutta Europa. Dopo che, nelle ultime ore, è venuto a galla il passato scomodo del deputato, gli altri membri della sinistra radicale l’hanno immediatamente espulso, dicendosi “profondamente scioccati” dalle rivelazioni sulla militanza nell’estrema destra dell’ormai ex compagno di fazione.

Relazioni pericolose

“Mi ero innamorato di una donna che era una loro militante”, scrive Buschmann in un lungo post su Facebook per discolparsi. L’esponente animalista ex neonazista in passato aveva affermato di essere entrato in politica per opporsi a un laboratorio farmacologico con base ad Amburgo dove, secondo le accuse, gli animali subivano maltrattamenti e abusi. “La tutela dell'ambiente e degli animali hanno bisogno del mio instancabile impegno anche oggi”, precisa Buschmann, annunciando che non rinuncerà al seggio, ma continuerà la legislatura come eurodeputato indipendente. 

Il tentativo di insabbiamento

Buschmann è stato membro del Npd dal 1992 al 1996, quando ha abbandonato la formazione neonazista. L’eurodeputato espulso dalla Gue è accusato anche di aver inizialmente tentato di nascondere i suoi legami con i neonazisti. “Nulla mi fa più schifo del razzismo, dell'antisemitismo, del fascismo o della discriminazione di qualsiasi tipo”, sottolinea il deputato che si prepara a entrare tra le fila dei Non Iscritti al Parlamento europeo, al fianco di altri esponenti indipendenti e dell’intera delegazione del Movimento cinque stelle

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Dal 1 gennaio basterà un ritardo di pagamento di 100 euro per finire nella blacklist delle banche”

  • Bimba di 2 anni uccisa dalla polizia, mobilitazione internazionale per chiedere giustizia

  • George Clooney attacca Orban: “In Ungheria solo rabbia e odio”. La replica: “Consigliato da Soros”

  • Sci, Austria contro l'Italia: "Nostri impianti resteranno aperti, se Ue ci obbliga ci risarcisca"

  • Dopo il confinamento la Francia vede la fine del tunnel. In Spagna a gennaio partono le vaccinazioni

  • Neonazismo e antisemitismo: si dimette l'alleato olandese di Giorgia Meloni

Torna su
EuropaToday è in caricamento