rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Alleanza atlantica / Svezia

Su adesione a Nato la Svezia chiude all'ipotesi referendum: "Decisione troppo sensibile"

La premier Magdalena Andersson ha definito la proposta avanzata dal partito di sinistra, unico contrario all’ingresso nell’Alleanza, una "cattiva idea"

La Svezia dice no all'ipotesi di indire un referendum per decidere sull'adesione alla Nato. La premier Magdalena Andersson ha respinto la proposta del partito di sinistra (Vansterpartiet) definendola "una cattiva idea". "Non credo che la questione sia adatta a un referendum", ha detto Andersson.

"Ci sono molte informazioni di sicurezza nazionale che sono confidenziali, quindi ci sono domande importanti in un referendum di questo tipo che non possono essere discusse e fatti importanti che non possono essere messi sul tavolo", ha dichiarato la leader del partito socialdemocratico, che dopo l'invasione dell'Ucraina ha rivisto la sua tradizionale posizione di contrarietà all'adesione della Svezia all'Alleanza Atlantica. La richiesta era arrivata dalla leader del Vansterpartiet, Nooshi Dadgostar, secondo cui si tratta "forse della decisione politica più importante della nostra generazione di politici", e per questo "il popolo svedese ha bisogno di dibattere i benefici ma anche i grandi rischi dell'adesione alla Nato".

Il governo di Stoccolma ha anticipato al 13 maggio la presentazione del rapporto sulla sicurezza e la difesa che potrebbe portare alla domanda di adesione all’Alleanza. Secondo un recente sondaggio Demoskop per il quotidiano "Aftonbladet", il 57 per cento degli svedesi sostiene l'adesione, rispetto al 51 per cento di un mese fa. L'allargamento a Est della Nato viene criticato da anni da Vladimir Putin, che ha motivato l'invasione dell'Ucraina anche con la necessità di assicurare che Kiev non entri a far parte all'alleanza militare. La Russia ha minacciato di dispiegare armi nucleari e missili ipersonici nella sua enclave baltica di Kaliningrad se Helsinki e Stoccolma decideranno di entrare nella Nato.

“Il fatto che la Russia minacci e tenti di intimidire” questi Stati, “dimostra che Mosca non rispetta il diritto di ogni nazione di scegliere il proprio cammino”, ha detto Jens Stoltenberg, Segretario generale della Nato, in visita al Parlamento europeo. In occasione della sua visita ha anche detto, parlando con la stampa che quando Svezia e Finlandia decideranno di fare domanda per l'ingresso nella Nato, a loro verrà assicurato un percorso preferenziale e accelerato.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Su adesione a Nato la Svezia chiude all'ipotesi referendum: "Decisione troppo sensibile"

Today è in caricamento