Domenica, 24 Ottobre 2021
Attualità

"Cenone di Natale ristretto o interverrà la polizia", l'avvertimento della ministra belga

Annelies Verlinden ha avvertito le famiglie che gli agenti vigileranno sul rispetto delle norme anti-assembramento anche bussando alle case. La legge consente anche irruzioni senza mandato

Le catene di supermercati hanno invitato le persone a prevedere un certo anticipo negli acquisti di alcuni prodotti per i cenoni di Natale e Capodanno, in modo da evitare le resse. Evidentemente, la grande distribuzione non pensa che i belgi si faranno condizionare troppo dal consiglio, o meglio dalla minaccia della ministra dell'Interno Annelies Verlinden, che in una intervista ha annunciato possibili interventi della polizia per vigilare sul rispetto dei divieti di assembramento in luoghi privati.

Le sue parole, che hanno subito fatto il giro del Paese, sono arrivate all'indomani di un sondaggio dell'Università di Anversa, secondo cui un belga su tre non ha nessuna intenzione di restringere gli inviti per le feste. "Il Natale è un momento importante per molte persone, me compresa", ha premesso la ministra. “Mancano ormai poche settimane alle vacanze. Se ci atteniamo tutti alle misure, forse possiamo offrire una prospettiva" per "consentire un po' più di vicinanza umana per il Natale". Ma "dobbiamo prendere molto sul serio i segnali di allarme provenienti dagli ospedali. Dobbiamo trovare un equilibrio", ha aggiunto prima di avvertire: "La polizia controllerà il rispetto di queste misure, anche bussando a casa delle persone".

Verlinden, che di professione è avvocato, ha poi aggiunto che non potrà chiedere agli agenti di fare irruzione nelle abitazioni, perché la legge non lo consente. A quanto pare, si tratta di uno scivolone giuridico. "In tempi normali, per fare irruzione in un luogo privato serve un mandato - spiega Vincent Gilles, presidente nazionale del sindacato di polizia Slfp - Ma se c'è il sospetto di un reato, e con le misure speciali anti-Covid l'assembramento lo è, le forze dell'ordine possono intervenire d'ufficio, senza mandato, per inosservanza delle norme sanitarie. Tutti i partecipanti sono multati di 250 euro e, per l'organizzatore, il conto sarà ancora più pesante. Se le persone rifiutano di ottemperare, il caso può passare da amministrativo a penale". I belgi sono avvisati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Cenone di Natale ristretto o interverrà la polizia", l'avvertimento della ministra belga

Today è in caricamento