menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ansa  EPA/STEPHANIE LECOCQ

Ansa EPA/STEPHANIE LECOCQ

Hotel cancella la prenotazione ai senzatetto a Natale, parte la gara di solidarietà

Un uomo aveva organizzato l'iniziativa per il 24 e il 25 ma l'albergo quando ha saputo per chi sarebbero state le stanze ha chiuso le sue porte. In rete è partita una raccolta fondi che è arrivata a oltre 8mila sterline

Avrebbero dovuto passare il Natale in albergo, lasciando per una volta la strada in cui vivono, grazie alla generosità di un cittadino britannico che aveva organizzato una raccolta fondi per loro e prenotato 14 camere doppie nel Britannia Royal hotel di Hull, nell'Inghilterra settentrionale. Ma quando i padroni dell'albergo hanno scoperto chi sarebbero stati i 28 ospiti hanno cancellato la prenotazione. Il 50enne Carl Simpson, proprietario di un bar e fondatore dell'associazione Raise the Roof Hull homeless project, che aveva dato il via all'azione di solidarietà raccogliendo 1.092 sterline di donazioni, è rimasto scioccato da quanto accaduto e ha scritto un post su Facebook per raccontare l'accaduto. Come spesso accade il post è stato condiviso migliaia di volte scatenando l'indignazione di tanti cittadini che hanno proposto anche un boicottaggio del gruppo alberghiero proprietario di 53 alberghi con più di 10mila stanze.

Quando è venuto a conoscenza dell'accaduto il pugile ed ex calciatore Curtis Woodhouse ha anche offerto di aprire le porte della sua palestra ai 28 senzatetto per fargli passare il Natale al caldo. Tantissimi altri cittadini hanno contattato Simpson per offrire aiuto e soldi, portando la raccolta fondi a più di 8mila sterline, ma purtroppo per l'attivista ora “servirebbe un miracolo” per trovare 28 posti liberi in così breve tempo in un altro albergo della città.

Il volontario ha detto che sperava di "ripetere il successo dello scorso Natale" quando ha prenotato 28 posti letto per senzatetto in un hotel Ibis per due notti. "Dopo il soggiorno sono stati così grati", ha detto alla Bbc, “alcuni hanno lasciato regali al personale usando i pochi soldi che avevano, e uno ha chiesto se poteva passare l'aspirapolvere nelle stanze per mostrare il suo apprezzamento”. Secondo un report pubblicato la settimana scorsa a natale nel Regno Unito oltre 24mila persone trascorreranno le festive dormendo in strada o in auto, treni, autobus o tende.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento