menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Hai preso multe all'estero che non hai pagato? Presto potrebbero rintracciarti

Il Parlamento europeo ha approvato un testo che facilita lo scambio di informazioni anche per chi ha ricevuto ammende per essere passato in zone chiuse al traffico per i mezzi più inquinanti

Prendere una multa in un altro Paese membro e farla franca sarà sempre più difficile. Spesso le ammende ricevute in altre nazioni non arrivano per problemi burocratici o a causa della scarsa comunicazione fra pubbliche amministrazioni. La commissione Trasporti del Parlamento europeo ha approvato per questo un pacchetto di misure che contiene, tra le altre cose, anche una norma per facilitare lo scambio di informazioni fra Stati. In particolare, per le città sarà più facile trovare le informazioni sui trasgressori dei divieti di transito per i mezzi più inquinanti in zone a traffico limitato e chiedere loro di pagare l'importo dovuto.

“La qualità dell'aria nelle città è una grande preoccupazione per i nostri cittadini. Ogni anno circa mezzo milione di persone muoiono prematuramente nell'Unione europea a causa dell'inquinamento atmosferico e migliaia soffrono di malattie respiratorie, spesso le più vulnerabili”, ha dichiarato la socialista Kathleen Van Brempt. “Le città che cercano di far fronte a questo problema attraverso la creazione di zone pulite, dove solo i veicoli ecologici hanno accesso, ma hanno incontrato enormi difficoltà a multare i veicoli stranieri non conformi perché non c'era una base legale per lo scambio di dati transfrontalieri”, ha spiegato l'eurodeputata. Ma ora, ha garantito, “estendendo il campo di applicazione della direttiva dalle tariffe di pedaggio stradale alle ammende per il transito in zone vietate ai veicoli inquinanti, questo problema sarà risolto e sarà assicurata l'applicazione dei regolamenti sull'accesso di aria pulita ".

Prima di entrare in vigore, la normativa dovrà essere approvata dalla Plenaria del Parlamento e poi dagli Stati Ue.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento