menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Moscovici: “Basta interferenze sull’Italia”. E stavolta i 5 Stelle ringraziano la Commissione Ue

Il responsabile degli Affari economici di Bruxelles: “Il processo democratico è tuttora in corso. Pronti a lavorare con i nuovi interlocutori quando entreranno in carica”

“Il processo democratico è tuttora in corso in Italia, sarebbe inammissibile speculare e ancora di più interferire in questa fase. La Commissione europea è pronta a lavorare con i nuovi interlocutori quando entreranno in carica, così come come accade con tutti i governi dell'Unione europea". Dopo una settimana di polemiche sul filo Roma-Bruxelles, incendiate dalle parole del commissario Ue Guenther Oettinger (“I mercati insegneranno agli italiani a non votare i populisti”), arrivano le dichiarazioni del collega Pierre Moscovici a gettare acqua sul fuoco. Trovando l’apprezzamento del Movimento 5 stelle.

“Su economia italiana voci infondate”

Sull'economia italiana "ci sono voci infondate e inopportune", ha aggiunto Moscovici, "l'Italia emerge da un lungo periodo di crisi" con "miglioramenti reali", quindi "bisogna concentrarsi su questi fatti piuttosto che speculare". "Comprendo che c'è della frustrazione e rabbia, ma noi dobbiamo ascoltarle", ha aggiunto Moscovici. "Quello che succede in Italia ha un'importanza per l'Ue, per la zona euro e per il mondo intero. L'Italia è un atout maggiore per l'eurozona - ha concluso - la democrazia deve prevalere ed essere rispettata".

Il plauso del M5s

"Ringraziamo il commissario europeo agli Affari economici, Pierre Moscovici, per le sue parole in difesa della democrazia e del voto libero di tutti i cittadini. Il 4 marzo gli italiani hanno scelto il cambiamento. Tutti devono rispettare questa volontà". Così in una nota la delegazione del Movimento 5 stelle al Parlamento europeo che prosegue: "L'Europa è il Continente in cui la democrazia è più forte. Nessuno - nè qualche grigio burocrate, nè qualche avvoltoio della finanza - può pensare di spezzare il legame fra i cittadini e i suoi rappresentanti. Moscovici ammette che avevamo ragione. Constatiamo, e ce ne rallegriamo, che Oettinger è isolato", concludono i pentastellati.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Perché l’Italia è il primo Paese Ue a bloccare l’export di vaccini

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento