rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
Attualità

Molestatore arrestato grazie al conducente che lo rinchiude dentro l’autobus

L’uomo ha fatto “una serie di commenti inappropriati e a sfondo sessuale” nei confronti di una passeggera che stava mangiando un lecca-lecca

Autobus parcheggiato e porte chiuse. Un conducente di Bruxelles ha riscosso il plauso di diversi utenti sui social media per la condotta con la quale ha permesso la denuncia alle autorità di un molestatore. L’episodio avvenuto a inizio mese, ma riportato solo nelle ultime ore dalla stampa locale belga, somiglia alle tante disavventure che molte donne sono costrette a subire in silenzio quando viaggiano sui mezzi pubblici. Solo che stavolta chi ha avuto la peggio è stato il molestatore. 

Secondo quanto riportato, nel tardo pomeriggio dello scorso 10 dicembre una giovane donna è salita su un autobus diretto verso Place du Luxembourg, la piazza antistante al Parlamento europeo frequentata da studenti, tirocinanti e lavoratori della cosiddetta 'eurobolla' delle isituzioni Ue. La ragazza si trovava in compagnia di alcuni amici e, a detta dei testimoni, stava mangiando un lecca-lecca. La polizia di Bruxelles ha rivelato che un uomo è quindi salito sul mezzo e si è seduto vicino alla donna per poi iniziare a “fare una serie di commenti inappropriati e a sfondo sessuale nei confronti della giovane”. 

Il conducente dell'autobus ha assistito alla scena e, inizialmente, ha rimproverato verbalmente l’uomo che stava molestando la passeggera. Il lavoratore del trasporto pubblico brussellese ha quindi preso il telefono e avvertito la polizia di quanto stava accadendo sul mezzo. 

Arrivato a Place du Luxembourg, il conducente ha fermato l'autobus e ha tenuto chiuse le porte del mezzo fino all'arrivo della polizia, che ha arrestato l’uomo. “Dopo la sua udienza, durante la quale ha negato i fatti, il sospettato è stato messo a disposizione della procura di Bruxelles”, ha spiegato la polizia.

Secondo la ong Plan International Belgium, la metà delle giovani donne che vivono nelle città belghe è costretta a modificare il modo di comportarsi o accedere agli spazi pubblici per evitare di essere intimidite sessualmente, molestate o aggredite. La situazione è particolarmente grave a Bruxelles, dove è nato un movimento spontaneo che chiede un maggiore sforzo da parte delle istituzioni e delle forze dell’ordine nella tutela della loro sicurezza.

La polizia di Bruxelles, dal canto proprio, invita tutte le vittime di comportamenti inappropriati e molestie sessuali a sporgere denuncia. In casi non urgenti, le denunce possono essere presentate tramite il sito web delle forze dell’ordine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Molestatore arrestato grazie al conducente che lo rinchiude dentro l’autobus

Today è in caricamento