Migranti, la nave di Banksy lancia Sos: "Oltre 200 persone salvate a bordo, Ue si muova"

Nella sua prima missione, la Marie Louise della ong Sea Watch ha soccorso un barcone alla deriva e adesso chiede di poter sbarcare le persone salvate. Le richiesta a Italia e Malta cadute finora nel vuoto: "L'Europa si svegli"

La nave battente bandiera tedesca 'Louise Michel', finanziata dall'artista di strada britannico Banksy, continua a lanciare SOS via Twitter, denunciando una situazione a bordo ormai insostenibile ed una Europa che "ignora i nostri appelli di emergenza per un'assistenza immediata". A bordo, come è noto, c'è già un morto e l'organizzazione nel suo ultimo tweet di qualche minuto fa ha rinnovato il suo appello, scrive l'Ansa.

"Ripetiamo - si legge nel messaggio - #LouiseMichel non riesce a manovrare in sicurezza e nessuno viene in nostro aiuto. Le persone soccorse hanno subito un trauma estremo, è ora che vengano portate in un posto sicuro. Abbiamo bisogno di assistenza immediata". Nel tweet precedente l'organizzazione aveva spiegato che la nave "non è più padrona delle sue manovre a causa del ponte sovraffollato".

Venerdì l'equipaggio di attivisti europei ha risposto a una chiamata di Mayday di Moonbird, un aereo che monitora l'imbarcazione dei migranti in pericolo nel Mediterraneo centrale, che aveva individuato un gommone che non si muoveva e stava prendendo l'acqua.

Venerdì l'equipaggio di attivisti europei aveva risposto a un appello di Moonbird, un aereo che monitora le imbarcazioni dei migranti in pericolo nel Mediterraneo centrale e che aveva individuato un gommone alla deriva che stava prendendo acqua. Si tratta della prima missione di salvataggio della nave finanziata dall'artista britannico. Stando a quanto riferiscono gli attivisti su Twitter, la nave ha inviato richieste per attraccare alle autorità di Italia e Malta, ma non ha ricevuto risposta.

Finora, nel 2020, oltre 500 rifugiati e migranti sono morti nel mar Mediterraneo, ma si stima che il numero reale sia considerevolmente più alto. Mercoledì scorso 45 persone - tra cui cinque bambini - sono morte al largo della Libia. Più di 19.500 migranti sono sopravvissuti quest'anno alla traversata del Mediterraneo lungo la rotta marittima centrale e hanno raggiunto l'Italia o Malta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Dal 1 gennaio basterà un ritardo di pagamento di 100 euro per finire nella blacklist delle banche”

  • Partecipa a orgia con 24 uomini, deputato del partito di Orban fermato dalla polizia a Bruxelles

  • Svizzera nuova Svezia? Senza lockdown ha dimezzato i contagi, ma è stato boom di morti

  • Pistola e lingotti d'oro nel comodino del premier bulgaro. Che si difende: “Colpa di una bella donna”

  • "Alexa è antisemita", Amazon apre un'inchiesta sull'assistente virtuale

  • "Tornerò in Russia per portarla verso l’Ue". Navalny lancia la sfida a Putin

Torna su
EuropaToday è in caricamento