Migranti, Italia seconda in Ue per richieste d'asilo

In tutta l'Unione sono state circa 650mila le domande dei potenziali rifugiati, un sesto dei quali sono siriani in fuga da una guerra che non cenna a fermarsi. La Germania resta il paese membro con più richieste, anche se rispetto al 2016 sono calate del 73%

Sono stati 650 mila i richiedenti d'asilo che hanno fatto domanda di protezione internazionale negli stati membri dell'Ue nel 2017. Lo rende noto oggi l'Eurostat, l'Ufficio statistico dell'Unione europea. Si tratta di un calo significativo rispetto alle domande del 2016, anno in cui sono stati registrate 1.206.500 domande d'asilo. La cifra - osserva Eurostat - e' paragonabile ai livelli del 2014, ossia con i numeri precedenti al picco determinato dalla crisi dei rifugiati nel 2015 e nel 2016.

A fare domanda nell'Ue sono stati soprattutto i siriani (102.400 domande), gli iracheni (47.500) e gli afgani (43.600), che rappresentano insieme il 30 per cento delle prime domande di asilo. Tre richiedenti su dieci, riporta Eurostat, hanno fatto domanda in Germania, con 198.300 richieste nel 2017 (il 31 per cento delle domande di primo ingresso nell'Ue). A seguire l'Italia (126.600, il 20 per cento delle domande), la Francia (91.100), la Grecia (57 mila), il Regno Unito (33.300) e la Spagna (30.400).

Le domande sono aumentate in Spagna (piu' 96 per cento), in Francia (piu' 19 per cento), in Grecia (piu' 14 per cento) e in Italia (piu' 4 per cento), mentre sono calate in Germania (meno 73 per cento), in Austria (meno 44 per cento), nei Paesi Bassi (meno 17 per cento) e nel Regno Unito (meno 15 per cento). Il numero piu' alto dei richiedenti asilo in proporzione alla popolazione e' detenuto dalla Grecia, con 5.295 richiedenti ogni milione di abitanti, mentre il piu' basso dalla Slovacchia, con 27 richiedenti ogni milione di abitanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Dal 1 gennaio basterà un ritardo di pagamento di 100 euro per finire nella blacklist delle banche”

  • George Clooney attacca Orban: “In Ungheria solo rabbia e odio”. La replica: “Consigliato da Soros”

  • Partecipa a orgia con 24 uomini, deputato del partito di Orban fermato dalla polizia a Bruxelles

  • "Alexa è antisemita", Amazon apre un'inchiesta sull'assistente virtuale

  • Pistola e lingotti d'oro nel comodino del premier bulgaro. Che si difende: “Colpa di una bella donna”

  • "Tornerò in Russia per portarla verso l’Ue". Navalny lancia la sfida a Putin

Torna su
EuropaToday è in caricamento