Il pallone è evasione, Fifa e Uefa coprono le frodi fiscali dei giocatori

Accusa dalla Commissione anti-frode del Parlamento Ue: i massimi organi di controllo del calcio non agiscono con determinazione. I casi di Messi e Ronaldo.

Messi e Ronaldo al Camp Nou. 03 December 2016. ANSA-EPA/ALBERTO ESTEVEZ

Lo sport, ed il calcio in particolare, è evasione, ma FIFA ed UEFA non devono permettere che l’evasione fiscale diventi il secondo terreno di gioco di calciatori, società e procuratori. E’ questo il monito lanciato dalla Commissione d’inchiesta PANA del Parlamento Ue, chiamata a fare luce sui casi di riciclaggio e frode legati agli ormai famosi Panama Papers e che nella sua ultima riunione ha affrontato l’atteggiamento a dir poco accondiscendente tenuto dai massimi organi di controllo del calcio mondiale ed europeo verso i giocatori accusati e condannati per evasione fiscale.

Messi e Ronaldo, evasori protetti

E il problema, come ricordano i casi di Messi e Ronaldo, tocca l’apice del gotha pedatorio, i due giocatori capaci di suddividersi gli ultimi 9 Palloni d’Oro, ma anche evasioni reali e sospette da record. L'argentino è stato condannato per aver sottratto al fisco spagnolo 4,1 milioni di euro, il portoghese fronteggia un’accusa ancor più pesante: elusione da 14,6 milioni di euro.

Due casi assordanti affrontati con olimpico silenzio da parte della cupola di FIFA ed UEFA, che mai hanno condannato o censurato Messi o Ronaldo. La stella del Barcellona è stata anche difesa dal suo club, capace di lanciare l’hashtag #WeAreAllLeoMessi all'indomani della sua condanna. Il Real Madrid è stato meno protettivo verso Ronaldo, ma la cosa rischiava di costargli caro, visto che dietro alle voci di addio del portoghese c'era proprio il suo malessere per la mancata difesa a spada tratta da parte del suo club. 

“Difendete il fair play e perché non difendete ugualmente delle tasse giuste?”

“Difendete il fair play e perché non difendete ugualmente delle tasse giuste?”, ha chiesto uno dei due co-relatori del rapporto della Commissione PANA, il socialdemocratico danese Jeppe Kofod al capo del Global Transfers &  Compliance della FIFA Kimberly Morris ed al consigliere della UEFA Julien Zylberstein. “Consideriamo l’evasione fiscale una minaccia chiara ai valori sociali del calcio, al quadro regolamentare ed all’integrità del gioco in senso amplio”, la replica di Zylberstein, “ma la responsabilità incombe alle autorità regolamentari”. Una risposta bollata come “non soddisfacente”, dallo stesso Presidente della Commissione PANA, il popolare tedesco Werner Langen.

Fifa e Uefa contro i valori che difendono

Per gli eurodeputati quello di FIFA ed UEFA è un doppio discorso per cui i loro rappresentanti “vanno completamente contro i valori che dicono di difendere”. La voglia di scappare dalle tasse “è contagiosa”, ha sottolineato durante l’audizione del 26 settembre Merjin Rengers, giornalista olandese del diario NRC Handelsblad, uno dei media autore delle rivelazioni sulle malversazioni finanziarie nel mondo del calcio, “tutti – ha accusato – i più grandi club, i giocatori e gli agenti hanno fatto ricorso a consiglieri fiscali per evadere il fisco”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Tutti i più grandi club, i giocatori e gli agenti hanno fatto ricorso a consiglieri fiscali per evadere il fisco”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Ue "promuove" la Calabria sul Covid: unica regione verde in Italia e tra le poche in Europa

  • Il décolleté della premier divide la Finlandia: "Fa la modella invece di pensare al Covid"

  • Altro che Mes, l'Italia pronta a rinunciare anche ai prestiti del Recovery fund

  • Conte va via e lascia Merkel a rappresentare l'Italia al vertice Ue. La Lega attacca (ma è la prassi)

  • È vero che l'Ue vuole tassare la prima casa? Sì, ma solo se sei ricco

  • Il villaggio di Babbo Natale è in crisi per colpa del Covid

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento