rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Berlino

Merkel: "La situazione pandemica in Germania è drammatica"

La cancelliera tedesca: "Il numero dei morti è spaventoso"

"La situazione pandemica in Germania è drammatica". La cancelliera tedesca Angela Merkel non usa mezzi termini per definire la nuova ondata di Covid-19 che ha investito il Paese. Gli ultimi dati del Robert Koch Institut parlano di un nuovo picco: le nuove infezioni registrate nelle ultime 24 ore sono state 52.826, i decessi 294. Cifre che stanno vincendo le ultime resistenze, soprattutto nei potenti land, all'introduzione di misure e restrizioni per tamponare la pandemia. 

"Numero morti spaventoso"

"Il numero di morti è spaventoso", ha detto la cancelliera, sottolineando che il numero dei pazienti nelle terapie intensive sale rapidamente. A suo avviso serve "uno sforzo nazionale" e occorre rilanciare le vaccinazioni: "Non è affatto troppo tardi per farsi somministrare una prima dose di vaccino", è l'appello rivolto ai non vaccinati. Attualmente, circa due terzi della popolazione adulta è vaccinata. 

Gli esperti del governo hanno avvertito che questo tasso non è abbastanza alto da tenere sotto controllo il virus. Uno dei migliori virologi tedeschi, Christian Drosten, ha previsto la scorsa settimana che nel Paese potrebbero esserci 100.000 morti in più per Covid durante l'inverno se il tasso di vaccinazione non aumenta e non si prendo altre misure per arginare la diffusione.

La terza dose

Ma il tema riguarda anche il cosiddetto "booster", ossia la terza (o seconda) dose per chi ha completato la vaccinazione primaria. Il presidente della Commissione tedesca sui vaccini (Stiko), Thomas Mertens, ha annunciato che la decisione su un'eventuale raccomandazione per tutte le persone sotto i 70 anni a sottoporsi ad una terza dose di vaccino arriverà a brebe. Oggi la commissione "discuterà delle ultime raccomandazioni e questo non richiederà molto tempo", ha dichiarato Mertens alla Zdf.

Al momento la dose di richiamo è raccomandata per gli ultrasettantenni e consigliata nei casi di immunodeficienze, per chi si trova nelle residenze per anziani o case di cura e per lo staff delle strutture mediche. Ora potrebbe essere estesa a tutti coloro che hanno più di 18 anni. Al momento circa l'11 per cento degli ultrasessantenni ha ricevuto la terza dose. 

I danni economici

Nel frattempo, un importante think tank, l'istituto Ifo, ha avvertito che le crescenti infezioni stanno mettendo a rischio la ripresa economica della Germania. "La diffusione delle infezioni sta riducendo l'attività economica nei settori del consumo sociale - gastronomia, viaggi, cultura ed eventi - perché le persone stanno evitando i rischi di infezione", ha detto Clemens Fuest . "Quando il pericolo di infezione è alto, la maggior parte delle persone non andrà a ristoranti o eventi", ha aggiunto Fuest, invitando le regioni a raffozrare le restrizioni, in particolare contro i non vaccinati, per prevenire inutili restrizioni all'attività economica. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Merkel: "La situazione pandemica in Germania è drammatica"

Today è in caricamento