rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Costi della politica / Germania

Il vitalizio di Angela Merkel: 3mila euro al mese per parrucchiere e estetista

L'ex cancelliera continua a ricevere soldi dallo Stato per i suoi impegni di rappresentanza. Facendo storcere il naso ai frugali tedeschi (ma non è la sola)

I politici tedeschi, si sa, sono i custodi europei del verbo del rigore finanziario. Ma la loro frugalità sembra finire laddove inizia la cura del proprio corpo e della propria immagine, almeno stando alle spese, effettuate con soldi pubblici, che stanno emergendo sui media in Germania: tra queste, c'è il conto da 55mila euro che Angela Merkel ha fatto pagare finora allo Stato per le spese di parrucchiere ed estetista da quando ha lasciato la guida del governo alla fine del 2021. Una sorta di vitalizio che l'ex cancelliera riceve per i suoi impegni ufficiali di rappresentanza.       

Dopo la fine del loro mandato, infatti, gli ex cancellieri possono continuare a rappresentare il loro Paese in via ufficiale. E chiaramente a spese dello Stato. Ma colei che è passata alla Storia per aver imposto l'austerity nell'Eurozona, sta battendo tutti i record di costi rispetto ai suoi predecessori: nell'ambito del "mantenimento delle funzioni ufficiali", Merkel ha un ufficio con nove dipendenti permanenti, e gode di diversi benefit, tra cui un'auto blu. Il solo personale costa diverse centinaia di migliaia di euro l'anno, scrive Tagesspiegel, il quotidiano tedesco che ha rivelato le spese tramite una richiesta di accesso al bilancio statale. 

La spesa più eclatante è senza dubbio quella per capelli e trucco: sempre secondo Tagesspiegel, l'ex cancelliera si è affidata a una parrucchiera e estetista che lavora anche come stilista di moda, a Berlino. Nel 2022, ha speso 37.780 euro, ossia più di 3mila euro al mese. Nel 2023, il conto è arrivato finora a 17.200 euro. Troppo per l'associazione dei contribuenti tedeschi, che ha chiesto, tramite il suo presidente Reiner Holznagel, che i costi siano "ridotti al minimo indispensabile e, in caso di dubbio, pagati privatamente". Per Merkel, come per gli altri politici. 

È di questi giorni, per esempio, la notizia che un altro falco del rigore, il leader bavarese Markus Soeder, abbia usato 180mila euro di soldi pubblici per pagare servizi fotografici (su di lui, chiaramente) nel solo 2022 e al di là dei 36mila euro che il ricco land tedesco versa a quello che dovrebbe essere il fotografo ufficiale. A inizio anno, invece, avevano fatto alzare non poche sopracciglia i quasi 40mila euro che la cancelleria del leader in carica, Olaf Scholz, ha speso bel 2022 per acconciatura e trucco. In generale, l'intero governo di Berlino ha investito l'anno scorso 1,5 milioni di euro per per fotografi, parrucchieri e truccatori. L'80% in più rispetto all'anno precedente, l'ultimo dell'era Merkel.

Continua su Today

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il vitalizio di Angela Merkel: 3mila euro al mese per parrucchiere e estetista

Today è in caricamento