rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
la situazione / Polonia

I mercenari Wagner al confine con la Polonia, l'allarme: "Vengono verso di noi"

"Miliziani dalla Bielorussia si sono trasferiti nel corridoio di Suwalki", avverte il premier polacco Mateusz Morawiecki. L'ipotesi è la "guerra ibrida": che cosa sta succedendo

"Un centinaio di miliziani del gruppo Wagner si starebbero dirigendo verso il corridoio di Suwalki". È l'allarme lanciato dal premier polacco Mateusz Morawiecki, proprio mentre cresce la pressione sul suo Paese dopo l'arrivo dei mercenari "wagneriti" in Bielorussia e le minacce di "marcia su Varsavia" del presidente bielorusso Aleksander Lukashenko. La mossa della Wagner al confine con la Polonia ha messo in allarme gli Stati baltici che ora preparano le prossime mosse. 

Che ci fanno i mercenari della Wagner al confine con la Polonia

Secondo Morawiecki, un centinaio di miliziani si sarebbe trasferito nei pressi del corridoio di Suwalki, un lembo di terra lungo circa 65 km posto a cavallo del confine tra Lituania e Polonia, che collega la Bielorussia all'exclave russa di Kaliningrad. "Adesso la situazione sta diventando ancora più pericolosa - ha avvertito Morawiecki, parlando nel corso di una conferenza stampa in una fabbrica di armi a Gliwice, nel sud del Paese -. Questo è certamente un passo verso un altro attacco ibrido al territorio polacco".

La mappa del Corridoio di Suwalki

Nell'ambito della "guerra ibrida" che Minsk da tempo conduce contro l'Europa Wagner potrebbe anche facilitare nuovi ingressi illegali dalla Bielorussia, come già fatto negli anni scorsi ai confini di Polonia e Lituania.

Il corridoio di Suwalki che porta a Kaliningrad, il luogo più pericoloso per l'Europa

Secondo il premier polacco i mercenari della Wagner potrebbero aiutare i migranti illegali a entrare nell'Unione Europea o fingersi essi stessi migranti in un ennesimo tentativo di destabilizzazione. Wagner si è trasferito in Bielorussia dopo essere costretto a lasciare l'Ucraina il mese scorso a seguito della fallita rivolta contro la leadership di Mosca guidata da Yevgheny Prigozhin.

Lituania, Lettonia e Polonia pronte a chiudere i confini

 Polonia, Lituania e Lettonia sono pronte a chiudere i confini con la Bielorussia in caso di provocazioni da parte delle forze della Wagner. Ne ha dato comunicazione il ministro degli Interni della Polonia, Marius Kaminski.

Il ministro ha dichiarato che, in caso di provocazioni, le azioni di risposta verrebbero prese congiuntamente dai governi di tutti e tre i Paesi. La Lituania ha avvertito più volte gli alleati occidentali che i mercenari Wagner potrebbero camuffarsi da richiedenti asilo che tentano di attraversare i confini della Bielorussia con gli Stati membri dell'Ue.

Continua a leggere su Today.it...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I mercenari Wagner al confine con la Polonia, l'allarme: "Vengono verso di noi"

Today è in caricamento