rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
La rivelazione / Paesi Bassi

Shock in Olanda, almeno 10 medici erano soliti inseminare pazienti col proprio seme

La denuncia di un'associazione che si occupa di mettere in contatti i figli con i padri biologici, scalpore fece il caso del ginecologo Jan Karbaat che potrebbe avere avuto addirittura 81 bambini

Quella dei ginecologi nelle cliniche di fertilità che inseminano le pazienti con il proprio seme, sembra essere una vera e propria piaga nei Paesi Bassi. L'ultimo caso accertato, lo scorso febbraio, era stato quello di Jos Beek, che tra il 1973 e il 1986 avrebbe avuto almeno 21 figli utilizzando di nascosto questo trucco. Prima di lui ad essere identificato era stato il medico Jan Karbaat, che potrebbe aver avuto addirittura ottanta figli durante i suoi trattamenti, e poi Jan Wildschut che pure potrebbe aver concepito decine di bambini.

E a quanto pare si tratterebbe solo della punta dell'iceberg. Un'organizzazione che aiuta le persone nate in seguito a una inseminazione artificiale a a rintracciare i propri padri biologici, Stichting Donorkind, ha identificato almeno 10 medici che hanno usato illegalmente il proprio sperma. Come riporta DutchNews.nl al di là di quelli sopra citato, non tutti i casi sono stati portati all'attenzione dei media, anche quando sono stati accertati in passato. Questo perché sia le persone nate in questo modo, sia le cliniche in cui hanno lavorato i medici, non vogliono che se ne parli.

“I figli di donatori non vogliono che tutti facciano commenti sul loro padre. Sono loro che devono gestire la loro relazione con lui, se vogliono contattare lui o altri parenti", ha detto. Tuttavia, ogni volta che c'è notizia di un altro medico della fertilità che ha usato il proprio sperma, i suoi figli sono invitati a contattare l'organizzazione. "Questo aiuta anche i genitori a discutere l'argomento con i loro figli", ha detto De Lau. La legge olandese limita il numero di bambini che possono essere concepiti da un donatore di sperma a 25. Dal 2004 i bambini hanno il diritto di conoscere l'identità dei loro genitori biologici una volta raggiunta l'età di 16 anni.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Shock in Olanda, almeno 10 medici erano soliti inseminare pazienti col proprio seme

Today è in caricamento