Si spengono all'improvviso, maxi ritiro di Bmw nel Regno Unito

Le auto prodotto tra il 2007 e il 2011. La casa tedesca le ritiene pericolose. Un guasto del genere nel 2016 causò un incidente mortale

Al via nel Regno Unito a un maxi richiamo di vetture da parte della Bmw. Si tratta di 312mila automobili difettose delle Serie 1, Serie 3, Z4 e il suv X1 sia con motori diesel che a benzina e che sono state prodotte da marzo 2007 ad agosto 2011. Le auto potrebbero avere dei problemi elettrici che portano allo spegnimento improvviso del motore mentre si guida, spegnimento che può risultare anche molto pericoloso. L'azienda aveva già ritirato altri 36mila veicoli nel 2017 in seguito a un incidente che aveva destato grande scalpore nel Paese. Nel dicembre del 2016 un ex soldato, Narayan Gurung, rimase ucciso in uno schianto causato dal tentativo di evitare proprio una Bmw che si era improvvisamente bloccata ed era rimasta al centro di una strada buia di notte.

"La Bmw contatterà per posta tutti i clienti interessati, spiegandogli come possono prenotare l'appuntamento per la riparazione. Inizieremo a contattare i clienti interessati nelle prossime tre settimane", ha spiegato un portavoce dell'azienda spiegando che l'intervento, che consisterà nella sostituzione di alcuni pezzi, dovrebbe richiedere poche ore e naturalmente non avrà alcun costo per il cliente.

Ma c'è chi ha criticato il ritardo con cui l'azienda ha deciso di prendere queste contromisure. “I cittadini si chiedono perché ci sia voluto così tanto tempo prima che la Bmw decidesse di richiamare completamente queste auto potenzialmente pericolose nel Regno Unito, diversi anni dopo che lo stesso guasto si era manifestato in un certo numero di altri Paesi”, ha affermato Alex Neill, managing director di Which?, un ente indipendente per la protezione dei consumatori nel Regno Unito. Diversi anni fa gli stessi veicoli erano stati ritirati negli Usa, in Australia e in Sud Africa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Olanda legalizzerà la 'liquefazione' in alternativa alla cremazione o alla sepoltura dei morti

  • Bimba di 2 anni uccisa dalla polizia, mobilitazione internazionale per chiedere giustizia

  • In Romania una persona su quattro non ha i servizi igienici in casa, in Italia in 360mila

  • “La Germania confina con l’Italia”, la gaffe della presidente della Commissione von der Leyen

  • Sci, Austria contro l'Italia: "Nostri impianti resteranno aperti, se Ue ci obbliga ci risarcisca"

  • Perché Polonia e Ungheria bloccano il Recovery fund (e i fondi per l'Italia). E cosa c'entrano i migranti

Torna su
EuropaToday è in caricamento