rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
La proposta

Un maxi cavo Internet tra Europa e Giappone attraverso l'Alaska

La Commissione europea ha proposto di cofinanziare il progetto. L’obiettivo sarebbe quello di evitare i punti di strozzatura esistenti

La Commissione europea è pronta a finanziare un cavo in fibra ottica, lungo 14mila chilometri, che collegherà la Scandinavia e l'Irlanda al Giappone, passando per Artico, Groenlandia, Canada e Alaska.

L’obiettivo, secondo quanto dichiarato a Euractiv da due funzionari dell'Ue, sarebbe quello di evitare i punti di strozzatura esistenti e mettere in sicurezza la connessione Internet nella regione. Il cavo sarebbe il primo a collegare l'Europa e l'Asia senza passare per il Canale di Suez in Egitto, un punto critico per quanto riguarda le infrastrutture internet e il commercio internazionale.

New submarine cable to link Japan, Europe, through famed Northwest Passage  • The Register

L'azienda italiana Sparkle sta già costruendo un cavo che aggirerebbe Suez passando per Israele, Giordania e Arabia Saudita, ma questo non risolverebbe la dipendenza dal contesto geopolitico di una singola regione. "Le infrastrutture critiche sono la nuova frontiera della guerra e l'Ue sarà preparata", ha dichiarato lunedì la presidente della Commissione Ursula von der Leyen al Digital Summit di Tallinn.

In effetti, l'interruzione delle reti marine risale alla Prima guerra mondiale, quando uno dei primi atti degli inglesi fu quello di distruggere i cavi telegrafici sottomarini della Germania, tagliandola fuori dalle comunicazioni globali e istituendo il primo sistema di sorveglianza su scala mondiale. "Ovviamente ora siamo più vulnerabili", ha dichiarato un funzionario dell'Ue a Euractiv, sottolineando che la questione è stata trascurata per molto tempo, ma ora molti Paesi dell'Ue, soprattutto nel Nord Europa, stanno spingendo per diversificare i propri cavi sottomarini. Il progetto, il cui costo è stimato attorno agli 1,1 miliardi di dollari, è stato sviluppato dalla finlandese Cinia Ltd, in collaborazione con la Far North Digital, società con sede in Alaska.

La Commissione europea ha presentato per la prima volta l'idea di cofinanziare il progetto la scorsa settimana. Bruxelles intende presentarla come uno dei principali risultati della cooperazione transatlantica alla prossima riunione ministeriale del Consiglio per il commercio e la tecnologia Ue-Usa che si terrà a dicembre. A quanto risulta a Euractiv, il sostegno di Washington non è confermato perché gli Stati Uniti non sono ancora convinti che questa via sia una priorità strategica per loro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un maxi cavo Internet tra Europa e Giappone attraverso l'Alaska

Today è in caricamento