rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Scelte forti / Austria

L'ereditiera che dona 25 milioni agli sconosciuti

"Se i politici non fanno il loro lavoro e non ridistribuiscono, allora devo ridistribuire io stessa la mia ricchezza", ha chiarito Marlene Engelhorn, 31 anni

L'erede dell'impero farmaceutico BASF, Marlene Engelhorn, 31 anni, ha comunicato a Vienna che donerà 25 milioni di euro, gran parte della sua fortuna, per restituirli alla società e stimolare così un dibattito sull'imposta di successione, che in Austria non esiste.

La giovane ha spiegato nel corso di una conferenza stampa che attraverso la sua iniziativa vuole sensibilizzare la società affinché veda come "naturale" che la ricchezza sia distribuita in modo da avvantaggiare tutti e non solo i più ricchi: "Se i politici non fanno il loro lavoro e non ridistribuiscono, allora devo ridistribuire io stessa la mia ricchezza", ha chiarito. 

Non si tratta di una trovata di marketing: secondo alcune stime, i 25 milioni di euro che donerà rappresentano circa il 90% del patrimonio dell'ereditiera, da sempre impegnata in progetti per il sociale. In passato aveva già manifestato le sue intenzioni, alla morte della nonna, nel 2022. 

Cosa accadrà, in concreto? Per gestire la "redistribuzione" dell'ingente cifra sarà creato nelle prossime settimane un consiglio indipendente composto da 50 residenti in Austria, eletti tra 10.000 persone selezionate a caso da un noto istituto democratico nazionale. Avranno almeno 16 anni di età, si incontreranno tra marzo e giugno, con un moderatore e diversi esperti.

L'Austria è uno dei Paesi con il più alto reddito pro capite in Europa, ma la ricchezza è distribuita in modo estremamente diseguale: l'1% dei più ricchi, circa 40.000 famiglie, controlla il 50% del patrimonio nazionale. Uno squilibrio che secondo Marlene Engelhorn ha un effetto negativo sul tessuto sociale, sul sistema politico e sui media, mettendo in pericolo la democrazia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ereditiera che dona 25 milioni agli sconosciuti

Today è in caricamento