rotate-mobile
Lunedì, 8 Agosto 2022
Il caso / Regno Unito

Il mal di testa persistente per i medici era 'Long Covid', ma aveva un tumore al cervello

Un 15enne dopo una prima visita all'ospedale era stato dimesso, ma poi ha avuto nausea e difficoltà a camminare, la madre lo ha portato al pronto soccorso insistendo perché fosse ricoverato e lì hanno scoperto la verità

Aveva un mal di testa persistente, e i medici dopo alcuni controlli lo avevano lasciato andare credendo fossero solo le conseguenze del Covid, in realtà però si trattava purtroppo di un tumore al cervello. Per fortuna dopo le insistenze della madre al giovane sono stati fatti altri controlli che hanno rivelato la reale natura del problema e permesso di intervenire in tempo per salvargli la vita.

È successo in Inghilterra dove Kane Allcock, 15 anni, ha sofferto di mal di testa persistenti dopo essere risultato positivo al coronavirus la notte di Capodanno del 2021. Ma nonostante il ricovero al pronto soccorso, gli esami neurologici non hanno apparentemente rilevato alcun problema e i medici hanno erroneamente pensato che avesse emicranie causate dal Long Covid. Ma Kane, che gioca nelle giovanili del Crewe Alexandra, ha iniziato a soffrire di mal di testa più forti, aveva la nausea e faticava a camminare a causa delle vertigini.

Come racconta il Daily Mail, dopo essere stato ricoverato in ospedale, ha avuto un attacco epilettico ed è stato sottoposto a una risonanza magnetica che ha rivelato un idrocefalo acuto, un accumulo di pressione sul cervello causato da un eccesso di liquido cerebrospinale. La scansione ha rilevato anche un tumore di grandi dimensioni e Kane è stato sottoposto a un'operazione di sette ore e mezza per rimuoverlo e ora si sta riprendendo. È emerso che il tumore era un astrocitoma pilocitico di basso grado o non canceroso. Il giorno dopo essere stato dimesso la prima volta “Kane si sentiva troppo male per giocare a calcio, così lo abbiamo portato a casa e subito dopo al pronto soccorso. Sapevo che qualcosa non andava, si teneva la testa e dondolava in preda all'agonia. Non riusciva a camminare correttamente”, ha racocntato sua madre, Kane.

Anche lì, ha continuato, “il messaggio che ricevevo era che soffriva ancora di emicrania. Ma poi ho parlato con un'infermiera che sembrava prenderci più sul serio e le ho detto che avevo notato un'ammaccatura dietro la testa di mio figlio, lei lo ha ricoverato”. Il giorno dopo il ragazzo, ha spiegato ancora la madre, “ha avuto una crisi epilettica ed è stato sottoposto a una risonanza magnetica del cervello che ha rivelato il tumore ed è stato trasferito in ambulanza all'ospedale pediatrico di Liverpool”. Per fortuna lì è stato portato a termine l'intervento che lo ha salvato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il mal di testa persistente per i medici era 'Long Covid', ma aveva un tumore al cervello

Today è in caricamento