rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Attualità

"Malata di omosessualità", scoppia la polemica per la diagnosi del medico

È accaduto in un ospedale spagnolo. Insorgono le associazioni Lgbt+: "Fatto allarmante, inaccettabile e intollerabile"

"Malattia attuale: omosessualità". Questa la diagnosi apparsa su un referto medico redatto da un ginecologo dell'ospedale pubblico Reina Sofía di Murcia, nel sud della Spagna, a una 19enne che aveva un disturbo del ciclo mestruale. La madre della giovane ha detto al giornale online elDiario.es che il ginecologo aveva chiesto a sua figlia se poteva includere il suo orientamento sessuale nel suo rapporto e che lei inizialmente aveva acconsentito, nonostante la sua sorpresa, poiché pensava che forse potesse essere in qualche modo rilevante, non che la sua omosessualità sarebbe poi stata definita la causa del problema. "In un primo momento, ho pensato che fosse divertente, ma non lo è affatto", ha detto la ragazza, che ha raccontato di aver lasciato l'ospedale in lacrime.

La denuncia

In seguito all'episodio la madre ha presentato una denuncia formale al Sistema sanitario di Murcia contro il medico e ha chiesto che venissero rimosse tale informazioni dal certificato in quanto ritenute "vessatorie". Alla denuncia ha aderito anche Gaactyco, un collettivo Lgbt+ di Cartagena a cui la ragazza si era rivolta in prima istanza per capire quali provvedimenti potesse intraprendere. "Era il 1990 quando l'Organizzazione mondiale della sanità ha rimosso l'omosessualità dall'elenco delle malattie mentali, eppure 31 anni dopo, nel sistema sanitario di Murcia, alcuni professionisti continuano a considerare l'orientamento sessuale come un problema di salute", ha attaccato l'associazione.

Caso non isolato

Galactyco ha spiegato che sono "numerosi i casi di trattamento umiliante che vengono denunciati alla nostra Associazione a causa dell'orientamento sessuale o di genere, sostenendo di ritenere “allarmante, inaccettabile e intollerabile che ad oggi i professionisti da cui dipende un adeguato trattamento della nostra salute ignorino la realtà di persone Lgbt+". Da parte sua l'autorità sanitaria di Murcia ha promesso che "saranno adottate tutte le misure necessarie per la conoscenza dettagliata dei fatti e la conseguente adozione delle misure appropriate".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Malata di omosessualità", scoppia la polemica per la diagnosi del medico

Today è in caricamento