Migranti, Magid (Verdi): “Salvini vigliacco, volta le spalle a bambini che affogano”

L’intervento dell’eurodeputato scatena urla e proteste della destra in Parlamento: “Carola rappresenta l'Europa giusta”. Il vicepresidente Wieland riprendere l’ecologista: "Si tolga il cappello"

Magid Magid © European Union 2019

“Il futuro dell'Europa sarà definito dal coraggio o dalla codardia, dalla compassione o dall'insensibilità, dalla speranza o dalla paura”. Esordisce così l’eurodeputato inglese di origini somale, Magid Magid, uno dei politici più alla ribalta in questa prima parte della nuova legislatura. Già finito sotto i riflettori come presunta vittima di discriminazione, stavolta il deputato ecologista ha scatenato le ire della destra all’Eurocamera per le dure parole indirizzate al ministro dell’Interno e leader della Lega. “Matteo Salvini è un vigliacco”, ha scandito durante la sessione plenaria a Strasburgo.

Il video del suo intervento in poche ore è diventato virale, superando le 40mila visualizzazioni e mille condivisioni. “Carola Rackete - ha proseguito l'esponente dei Verdi - ha coraggiosamente navigato nelle profondità del cimitero del Mediterraneo per strappare degli esseri umani dalle fauci della morte”. “È lei l'incarnazione vivente di un'Europa più giusta e più gentile”. 

Le parole su Salvini

“Al contrario - ha sottolineato Magid - Matteo Salvini è un vigliacco che si vanta di detenere e arrestare una persona che ne ha salvate altre e che decide di trasformare in nemici le vittime della guerra e coloro che non hanno più nulla”. “Che genere di uomo guarda un bambino annegare e ansimare e gli volta le spalle?” ha chiesto al Parlamento scatenando le ire dei parlamentari della destra, che hanno iniziato a protestare. “A Salvini e ai suoi sostenitori - ha concluso Magid - voglio dire che perderanno su tutti i fronti, sconfitti da coloro che sapranno dimostrare di avere il coraggio nel cuore”. 

LEGGI ANCHE: Da rifugiato politico a eurodeputato

L'eurodeputato che porta il cappello

L'eurodeputato di turno per presiedere il dibattito parlamentare, il tedesco Rainer Wieland, è rimasto in silenzio durante l’intervento del deputato ecologista, più volte interrotto dalle contestazioni degli esponenti del gruppo Identità e Democrazia (di cui fanno parte anche la Lega e Rassemblement National di Marine Le Pen). Al termine del discorso, Wieland ha però ripreso Magid per l’abbigliamento, giudicato poco consono all’Aula: “Forse sono un po’ tradizionalista - ha detto il vicepresidente dell'Eurocamera - ma le sarei grato se si togliesse il cappello quando interviene”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Dal 1 gennaio basterà un ritardo di pagamento di 100 euro per finire nella blacklist delle banche”

  • Partecipa a orgia con 24 uomini, deputato del partito di Orban fermato dalla polizia a Bruxelles

  • Svizzera nuova Svezia? Senza lockdown ha dimezzato i contagi, ma è stato boom di morti

  • Pistola e lingotti d'oro nel comodino del premier bulgaro. Che si difende: “Colpa di una bella donna”

  • Il 2020 è anche l'anno dell'elezione di Adolf Hitler (in Namibia)

  • "Alexa è antisemita", Amazon apre un'inchiesta sull'assistente virtuale

Torna su
EuropaToday è in caricamento