menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra a destra: Charles Michel, Angela Merkel e Emmanuel Macron durante il vertice europeo della settimana scorsa. Copyright: European Union

Da sinistra a destra: Charles Michel, Angela Merkel e Emmanuel Macron durante il vertice europeo della settimana scorsa. Copyright: European Union

Macron positivo al Covid-19 spaventa i leader Ue. Che si mettono in quarantena

Lo spagnolo Sanchez e il belga Michel si mettono in isolamento dopo il pranzo di lunedì all'Eliseo. Lo stesso vale per il portoghese Costa, in contatto ieri con il presidente francese. Quest'ultimo ha partecipato anche al vertice europeo che si è concluso venerdì scorso

La notizia del test positivo al Covid-19 per il presidente francese Emmanuel Macron rischia di avere conseguenze presso gli esecutivi di altri Paesi europei. Il capo dell’Eliseo ha infatti partecipato, assieme ad altri 26 leader di Governo, al vertice Ue della scorsa settimana. Anche se tale incontro non viene ritenuto “a rischio” dalle autorità francesi, più esecutivi e istituzioni Ue si sono messe in contatto con Parigi per avere rassicurazioni. Tra le personalità della politica europea che avrà appreso la notizia del contagio di Macron con maggiore apprensione c’è senza dubbio il premier portoghese Antonio Costa, che ieri ha incontrato il presidente francese e, come testimoniato dalle immagini della Reuters, è stato accolto calorosamente dal numero uno dell’Eliseo.

Fonti Ue: osservate misure sanitarie

“Durante il Consiglio europeo di giovedì 10 e venerdì 11 dicembre sono state osservate tutte le misure sanitarie e non siamo stati informati di nessun altro partecipante o personale presente al vertice che sia risultato positivo”, fa notare un alto funzionario Ue. Le autorità francesi considerano “un potenziale rischio di contagio” a partire “da lunedì sera 14 dicembre”, spiegano fonti Ue. Si tratta dello stesso giorno in cui Macron ha ospitato a Parigi alcuni ‘pezzi grossi’ della politica europea in occasione del 60mo anniversario dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico.

Michel e Sanchez chiusi in casa

In quell’occasione erano infatti presenti alla cerimonia e a un pranzo all’Eliseo sia il presidente del Consiglio europeo Charles Michel che il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez. Entrambi hanno fatto sapere che si trovano già in auto-isolamento per motivi precauzionali. Il portavoce di Michel fa comunque notare che l’ex premier belga martedì ha fatto un test che ha dato esito negativo. Trapela dunque una certa fiducia dall’ufficio di presidenza del Consiglio europeo.

Anche Bettel e De Croo in auto-isolamento 

Alla lista dei politici Ue chiusi in casa si sono aggiunti nelle ultime ore altri due premier. “A seguito della partecipazione al Consiglio europeo, ho deciso per precauzione di mettermi in quarantena fino a quando non riceverò il risultato del test per proteggere le persone intorno a me”, ha scritto su Twitter il premier del Lussemburgo Xavier Bettel. La stessa linea è stata scelta dal premier belga Alexander De Croo: “Essendo stato in contatto” con Macron “giovedì scorso, oggi farò il test e resto in isolamento finché non riceverò il risultato”, ha scritto il premier liberale sui social.

Von der Leyen rassicurata da Parigi

Chi ha escluso l’auto-isolamento è la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen. “L’ultimo test” anti-Covid fatto dalla politica tedesca “risale a lunedì” e “al momento non si trova in auto-isolamento”, ha detto il portavoce della Commissione Eric Mamer nel corso del briefing quotidiano con la stampa. L’esecutivo Ue, precisa il portavoce, si è messo in contatto con le autorità francesi per sapere se gli ultimi incontri tra von der Leyen e Macron fossero qualificabili come “contatti a rischio”, ma Parigi avrebbe rassicurato i servizi della Commissione.

Politici francesi in allarme

Ha invece dovuto ricorrere a precauzioni il primo ministro francese Jean Castex che “si è messo in isolamento” a seguito del test positivo del presidente Macron, con il quale era stato in contatto. Lo rendono noto fonti citate da Le Parisien che precisa che anche il presidente dell'Assemblea Nazionale, Richard Ferrand, è stato messo in isolamento perché figura tra le persone entrate in contatto con il presidente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento