I gilet gialli tentano l'assalto alla residenza di Macron

Circa quaranta persone hanno cercato di entrare a Fort Brégançon, luogo di villeggiatura del presidente francese

Una manifestazione dei gilet gialli 8foto d'archivio)

Circa una quarantina di gilet gialli ha tentato un assalto a Fort Brégançon, la residenza ufficiale utilizzata come luogo di villeggiatura estiva per il presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, che si trova su un isolotto nel Mediterraneo vicinissimo alla costa francese, nel dipartimento del Var. L'appello alla mobilitazione, riporta France Bleu, era stato lanciato sulle reti sociali con la frase: "Oggi prenderemo Fort Brégançon". Il progetto però è fallito per l'intervento dei gendarmi e della polizia municipale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La gendarmeria è intervenuta per bloccare al villaggio di Cabasson una quarantina di Gilet gialli che volevano andare a Fort Brégançon", ha detto il sindaco di Bormes-les-Mimosas, Francois Arizzi. Contattato da Afp, l'ufficio stampa dell'Eliseo ha rifiutato di comunicare il luogo in cui attualmente si trova Macron per trascorrere le vacanze di Natale, dopo il caldo autunno segnato dalla rivolta dei Gilet gialli contro le sue politiche. Secondo Arizzi, che parla di una "azione simbolica", i Gilet gialli intendono tornare anche alla residenza. "Le persone che vogliono la democrazia, dovrebbe iniziare rispettando la proprietà degli altri", ha commentato Arizzi, spiegando che alcuni di questi Gilet gialli hanno attraversato terreni privati per cercare di raggiungere il loro obiettivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In Svezia non c'è la seconda ondata, l'epidemiologo di Stato: "La nostra strategia è sostenibile"

  • "Chiamatemi Principessa", la figlia illegittima del re vuole i titoli. Ma la Casa reale dice no

  • “Salvini marionetta di Putin”, l'alleato di Berlusconi attacca la Lega

  • La Germania ha deciso: il vaccino per il coronavirus sarà volontario

  • I profitti sono cresciuti del 35%, ma Amazon paga solo il 3% di tasse in più

  • Sempre più Tory contro la violazione dei patti sulla Brexit, Cameron quinto ex premier a dire no

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento