menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Il volo Linate-Londra è salvo", dall'Eurocamera ok al mantenimento della rotta dopo la Brexit

La commissione Trasporti del Parlamento concede una flessibilità transitoria allo scalo milanese, che non è abilitato alle rotte extra-Ue. M5s: "Evitato danno enorme"

I voli diretti tra l'aeroporto lombardo di Linate e Londra sono salvi. La commissione Trasporti del Parlamento europeo ha infatti "disinnescato" il rischio per lo scalo milanese di non poter operare più collegamenti con la capitale britannica dopo l'uscita del Regno Unito dall'Ue. Lo ha annunciato l'eurodeputata del Movimento 5 stelle, Eleonora Evi

Il rischio per Linate nasceva da un decreto italiano che aveva di fatto lasciato lo scalo senza l'abilitazione per voli extra-Ue. Ma, spiega Evi, la commissione Trasporti del Parlamento Ue ha superato questa impasse con un apposito emendamento al regolamento europeo sul trasporto aereo dopo la Brexit. "Le nuove norme - dice l'eurodeputata 5 stelle - concedono una flessibilità transitoria per quegli aeroporti, come Linate, non abilitati ai voli extraeuropei. In caso di Brexit, dal 1 aprile ci sarebbe stata una interruzione di servizio". 

A oggi, Linate è collegata con tre aeroporti di Londra (City, Heathrow e Gatwick) grazie ai voli di Alitalia, British Airlines e Easy Jet. Abbiamo evitato un danno enorme per Milano e la Lombardia - aggiunge - Adesso il  governo, grazie a questa flessibilità transitoria, avrà il tempo di negoziare con la Commissione europea per allinearsi alle nuove norme previste in caso di no deal". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Perché l’Italia è il primo Paese Ue a bloccare l’export di vaccini

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento