menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Libia, dalla Germania altri 120 milioni per i rifugiati

Lo ha annunciato il ministro degli Esteri Sigmar Gabriel: “Impegno per  stabilizzare il Paese, rafforzare il governo ed alleviare la sofferenza di chi ci vive”

Dopo il vertice Ue-Africa di Abidjan, la Germania prova a dare il buon esempio: Berlino investirà ulteriori 120 milioni di euro in Libia. "Il nostro impegno è volto a stabilizzare il Paese, rafforzare il governo ed alleviare la sofferenza di chi ci vive" ha affermato il ministro degli esteri Sigmar Gabriel. 

La somma servirà per proteggere, riportare nei propri Paesi o altrove, tutti quei rifugiati che attendono nei campi profughi libici di conoscere il proprio destino e che sempre più spesso sono ridotti a condizioni di quasi schiavitù pur di sopravvivere. "Solo in questo modo il contrabbando e il traffico di persone in Libia può essere efficacemente combattuto", ha aggiunto Gabriel. 

La Germania, a oggi, è il secondo contribuente del Piano Ue per l'Africa dopo l'Italia. L'Europa, al vertice di Abidjan, si è impegnata a rafforzare l'impegno in Libia per far fronte alla situazione drammatica in cui vivono migranti e richiedenti asilo. I rifugiati, stando a quanto finora accertato, superani i 40mila. Ma come hanno chiarito l'Unchr e l'Oim, le due agenzie Onu presenti sul territorio, il numero potrebbe essere molto più grande, data la difficoltà di reperire informazioni nei centri di detenzione libici. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento