Le Pen abbraccia Salvini e promette: "Salveremo l'Europa"

La leader del Rassemblement National: "Siamo attaccati alla nostra libertà e sovranità, lavoreremo a un’alternativa a socialisti e popolari"

ANSA/ALESSANDRO DI MEO

L’Europa non ha bisogno di consiglieri provenienti dagli Stati Uniti, ma sono gli stessi movimenti sovranisti e di destra presenti nelle diverse nazioni che la salveranno. Marine Le Pen, presidente del partito di francese Rassemblement National, l’ex Front National, ha incontrato a Roma il vice premier Matteo Salvini nella sede dell'Ugl per discutere le prospettive dell’estrema destra in Ue. "Cerchiamo di essere chiari, Steve Bannon non è un cittadino europeo ma americano, ha suggerito un fondazione, per fare analisi, tutto questo va benissimo, ma sia chiaro che la forza politica che uscirà da maggio (alle elezioni europee, ndr) siamo noi”, ha affermato riferendosi all'ex consigliere di Donald Trump che ha creato The Movement, la fondazione con base a Bruxelles, che mira ad essere la mente della destra del Vecchio continente. “Siamo noi che siamo estremamente attaccati alla nostra libertà e sovranismo, che mira veramente a salvare l'Europa", ha chiarito Le Pen.

No alla lista unica

La politica francese ha chiarito anche che il fronte unico dei partiti di destra non significherà una lista unica. "Ovviamente non può esistere una lista unica" dei sovranisti alle prossime elezioni europee, "ognuno deve portare al Parlamento europeo rappresentanti che siano capaci di difendere i propri interessi" nazionali. Però "lavoreremo perché ci sia un'alternanza, Ppe e Pse non sono mica li’ per diritto divino: c'è molto lavoro davanti a noi facilitata dalla coerenza che e' nostra e pensiamo che l'alternanza vada allargata a tutti coloro che condividono nostri valori come libertà diritto alla dignità', al lavoro e alla sovranità". La Pen ha quindi auspicato che una forza parlamentare "più potente e che rappresenti la maggioranza per poter attuare questa rivoluzione democratica e pacifica cui aspiriamo". Sul tema migranti le Pen ha ribadito che a suo avviso e’ “importante adottare politiche che consentano il controllo delle frontiere da parte di ciascun Paese" europeo, una "fermezza, ma di buon senso, che vada a vantaggio nostro e loro". "Sta a ogni Paese scegliere quale politica dissuasiva dell'immigrazione mettere in atto", ha proseguito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Irlanda svela l'orrore degli istituti religiosi per madri sole: vi morirono 9mila bambini

  • Tra Brexit e coronavirus è esodo dal Regno Unito: sono andati via 1,3 milioni di stranieri

  • Fermato per aver filmato la polizia, muore a 23 anni in commissariato "per un arresto cardiaco"

  • Rubati all'Ema i dati sul vaccino: "Manipolati e poi pubblicati per far crescere la sfiducia"

  • L'Europa chiude le porte a Trump, il segretario di Stato Usa Pompeo annulla il viaggio a Bruxelles

  • Rabbia a Bruxelles per la morte del 23enne arrestato, incendiata una caserma e colpita l'auto del re

Torna su
EuropaToday è in caricamento