menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Legge-bavaglio sull'Olocausto, Ue contro Polonia: “Non si neghi la Storia”

Il Parlamento di Varsavia propone pene fino a tre anni di carcere o una multa per chiunque si riferisca ai campi di stermini nazisti come "polacchi" o accusi il paese di complicità con i crimini commessi dai tedeschi durante la Seconda guerra Mmndiale

“Non si deve negare la Storia”. L'Unione europea critica la proposta di legge adottata dal Parlamento della Polonia che introdurrebbe pene fino a tre anni di carcere o una multa per chiunque si riferisca ai campi di stermini nazisti come "polacchi" o accusi il paese di complicità con i crimini commessi dai tedeschi durante la Seconda guerra mondiale. Lo fa per voce del vicepresidente della Commissione Ue Frans Timmermans, il rappresentante dell'Esecutivo comunitario più esposto in questi mesi al braccio di ferro tra Bruxelles e Varsavia sullo Stato di diritto. 

Il braccio di ferro con l'Ue sulla giustizia

Già, perché la Polonia è da tempo osservata speciale dell'Ue per le sue controverse iniziative legislative in tema di giustizia. Secondo Bruxelles, le ultime proposte di legge in materia rischierebbero di minare l'indipendenza dei giudici polacchi e per questo ha deciso di avviare una procedura d'infrazione che potrebbe togliere alla Polonia il diritto di voto in sede Ue. 

Il monito di Timmermans

Tra Varsavia e Bruxelles i rapporti non sono dei migliori, dunque. E la proposta di legge sull'Olocausto non aiuta di certo a distendere le tensioni. “Credo che sia importante, e questo lo dico come olandese, conoscere la nostra Storia – ha detto Timmermans - come fonte di informazione, coscienza, ispirazione, ma allo stesso tempo posso aggiungere che ogni paese che è stato sotto l'occupazione nazista ha avuto molti eroi, ma anche collaboratori con i nazisti occupanti. Questa è la realtà che tutti dobbiamo affrontare, questa è la realtà sulla quale è stata creata l'Unione europea, questa è la realtà che dobbiamo evitare che si ripeta nel futuro", ha concluso Timmermans.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento