rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Attualità

L'Ue si tiene stretta i vaccini: solo 7,9 milioni le dosi per i Paesi poveri

Cina e Usa sono stati finora decisamente più solidali. E rischiano uno smacco diplomatico

Dei 4 miliardi di vaccini anti-Covid somministrati nel mondo, solo l'1,1% ha riguardato i Paesi a basso reddito. Gli Stati Ue si sono impegnati a donarne 200 milioni, ma finora il grosso è rimasto nei magazzini: appena 7,9 milioni sono le dosi spedite nelle aree più povere del Pianeta, circa il 4% di quanto promesso. Una quantità decisamente inferiore a quelle di Usa e Cina, secondo quanto ha rivelato Politico sulla scorta di un documento interno del Consiglio europeo. 

Stando a quanto riportato nel documento, gli Usa hanno consegnato 59,8 milioni di dosi agli Stati a basso reddito, Pechino poco sopra i 24 milioni. Un "distacco" che potrebbe rappresentare un rischio per le future relazioni dell'Ue nel mondo, secondo quanto denunciato dal capo della politica estera europea, l'alto rappresentante Josep Borrell. “L'espansione della Cina in Africa e in America Latina dovrebbe preoccuparci e molto”, ha detto Borrell, lamentando il livello "insufficiente" di donazioni di vaccini verso queste regioni da parte dei 27 Paesi membri. 

Il documento disegna un quadro di quella che è stata definita la "diplomazia del vaccino", sottolineando non solo le dosi donate, ma anche quelle spedite fuori i confini attraverso contratti di acquisto. Dal quadro, emerge che la Russia è la potenza geopolitica più in difficoltà, soprattutto per i ritardi nella produzione del suo vaccino Sputnik. Diverso il discorso per Cina e Usa. 

"Del miliardo di dosi di vaccini cinesi acquistati, oltre 390 milioni sono state consegnate a 94 Paesi - scrive Politico - Tuttavia, i suoi 24,2 milioni di dosi donate sono una piccola frazione di quelle vendute. Gli Stati Uniti hanno donato 59,8 milioni di dosi, 37,1 milioni delle quali sono passate attraverso il programma internazionale COVAX. Washington donerà anche altri 20 milioni di dosi la prossima settimana e altri 500 milioni di dosi entro la fine del 2022, si legge nel documento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Ue si tiene stretta i vaccini: solo 7,9 milioni le dosi per i Paesi poveri

Today è in caricamento