Jurgen Klopp "deluso" dalle europee: "Non abbiamo capito i benefici della pace"

L'allenatore del Liverpool non apprezza la vittoria di Farage nel Regno Unito. Ma anche nel resto dell'Ue. "Non faro' mai politica perché ho troppo buon senso", assicura

L'allenatore del Liverpool Jurgen Klopp

Gli europei non sembrano aver compreso i benefici della pace raggiunta nel Continente. A partire dai britannici. Lo ha detto l'allenatore del Liverpool, Jurgen Klopp, commentando i risultati delle elezioni europee. 

In una intervista a Channel 4, Klopp si è detto "sorpreso" e "deluso" per l'esito delle urne nel Regno Unito, che hanno visto il trionfo del Brexit party di Nigel Farage. "I miei genitori hanno patito una digustosa Seconda guerra mondiale - ha raccontato - E mi hanno sempre detto che io sono fortunato. Siamo la generazione che non ha affrontato una guerra. E questo ti dà l'opportunità di costruire costantemente sulle cose che hai realizzato in passato, perché una guerra distrugge tutto e ti costringe a ricominciare da capo. Putroppo oggi la gente non comprende questa opportunità". Il riferimento è all'esito del voto non solo nel Regno Unito, ma anche nel resto d'Europa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per Klopp la colpa è di alcuni politici che hanno giocato sulle paure degli elettori: "Lavorano sempre per fare in modo che le persone abbiano paura del futuro". Non è la prima volta che l'allenatore del Liverpool esterna le sue posizioni politiche (e le sue simpatie per la sinistra). Tanto che qualcuno ha pensato a un suo ingresso in politica: "Non lo farò mai, non lo farò mai, perché ho troppo buon senso", ha assicurato nell'intervista a Channel 4.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In Svezia non c'è la seconda ondata, l'epidemiologo di Stato: "La nostra strategia è sostenibile"

  • "Chiamatemi Principessa", la figlia illegittima del re vuole i titoli. Ma la Casa reale dice no

  • “Salvini marionetta di Putin”, l'alleato di Berlusconi attacca la Lega

  • La Germania ha deciso: il vaccino per il coronavirus sarà volontario

  • I profitti sono cresciuti del 35%, ma Amazon paga solo il 3% di tasse in più

  • Sempre più Tory contro la violazione dei patti sulla Brexit, Cameron quinto ex premier a dire no

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento