"Juncker ubriaco al summit”, secondo i media britannici. Ma Bruxelles: solo sciatica

La portavoce della Commissione: “Le foto che vedete in giro possono trarre in inganno. Ha solo avuto dolori alla schiena”

Ansa EPA/CHRISTIAN BRUNA

Il presidente della Commissione europea è di nuovo finito al centro delle polemiche non per le sue opinioni politiche ma per un sospetto malore o, peggio ancora, per il dubbio che fosse ubriaco al forum di Alto livello tra Europa e Africa, che si è svolto a Vienna, in Austria. Alcune fotografie lo ritraggono mentre fatica a salire le scale e viene aiutato da due persone. In un altro momento del summit l'ex premier del Lussemburgo è stato ripreso mentre batte il cinque al premier croato Andrej Plenkovic e mentre abbraccia il premier estone, Juri Ratas, comportamente questi un po' sopra le righe per un leader mondiale ma a cui l'estroverso e simpatico Juncker non è nuovo.

Addirittura il tabloid britannico Daily Mail si è chiesto se il 63enne politico popolare non fosse ubriaco, chiamandolo Jean-Claude 'Druncker', con un gioco di parole tra Juncker e drunk, ubriaco in inglese. "Le foto possono qualche volta trarre in inganno, ed è quello che è successo in questo caso, un po' come era accaduto la volta precedente quando si era scritto che il presidente Juncker aveva messo due scarpe dal colore diverso e non era vero. Ma posso assicuravi che Juncker è in perfetta salute, sono in contatto con lui e sta bene". È stata questa la risposta che la portavoce della Commissione europea, Mina Andreeva, ha dato a chi le chiedeva di commentare le fotografie pubblicate da alcuni media internazionali che ritraevano il presidente dell'esecutivo comunitario Juncker che barcollava, probabilmente per un "nuovo attacco di sciatica".

Il presidente, ha ricordato Andreeva "delle volte ha delle difficoltà a camminare e ha dei dolori alla schiena per un grave incidente in auto che ha avuto anni fa, ma posso assicuravi che è in buona salute, grazie per l'interessamento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Commozione e rabbia per il suicidio di Alysson in Belgio: "È il simbolo dei dimenticati della crisi"

  • L'Olanda legalizzerà la 'liquefazione' in alternativa alla cremazione o alla sepoltura dei morti

  • Bimba di 2 anni uccisa dalla polizia, mobilitazione internazionale per chiedere giustizia

  • In Romania una persona su quattro non ha i servizi igienici in casa, in Italia in 360mila

  • “La Germania confina con l’Italia”, la gaffe della presidente della Commissione von der Leyen

  • Perché Polonia e Ungheria bloccano il Recovery fund (e i fondi per l'Italia). E cosa c'entrano i migranti

Torna su
EuropaToday è in caricamento