Gli italiani sempre meno europeisti, ma si fidano più dell'Unione europea che dei politici di casa

Il 52% dei cittadini non ha fiducia ma ne ha ancora meno delle istituzioni nazionali, con il governo che raggiunge il 78% del tasso di mancanza di affidabilità percepita

Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio, soprattutto quando si tratta dell'Unione europea. La pensano così gli italiani la cui fiducia nei confronti del progetto comunitario è in calo. Lo rileva l'Eurobarometro della Commissione Ue, effettuato a novembre 2017 su un campione di 1.034 italiani. Secondo il sondaggio sulle opinioni dei cittadini dei Paesi membri la fiducia degli italiani nell'Unione europea è in flessione. Il 52% tende a non fidarsi, un dato in aumento dal 48% dell'ultimo sondaggio di maggio. Coloro che invece esprimono fiducia calano dal 36% al 34%.

Cala la fiducia nell'Ue

In Italia, la fiducia nell'Ue cala con l'età e cresce tra chi ha un gradi di istruzione più elevato. I picchi di si raggiungono tra gli studenti e i giovani di età compresa tra i 15 e 34 anni, categorie dove gli ottimisti prevalgono con percentuali tra il 43 e il 53%. Con il passare degli anni però aumenta la diffidenza nei confronti di Bruxelles. Solo il 9% di chi ha più di 75 anni dice di fidarsi. Tra chi ha studiato almeno fino ai 20 anni, il 44% dichiara di fidarsi, tra coloro senza titoli di studio la fiducia invece crolla al 19%. Nessuna delle istituzioni comunitarie ottiene la fiducia della maggioranza degli italiani. Tra le istituzioni europee, il Parlamento è l'istituzione che gode del maggiore livello di approvazione (42%), la Commissione europea è al 39%, la Banca centrale europea non piace affatto e la fiducia nei suoi confronti è solo al 35%.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'Europa meglio della politica di casa

Ma se Atene piange Sparta di certo non ride. Certo le istituzioni comunitarie non piacciono forse agli italiani ma quelle nazionali piacciono ancora meno e sono considerate ancora più inaffidabili: il 78% tende a non fidarsi del governo, il 74% ha poca fiducia nel Parlamento e i partiti politici sono quasi unanimemente (83%) ritenuti poco affidabili. Il 72% degli italiani tende a non fidarsi neanche della pubblica amministrazione, delle autorità locali e regionali (71%) e della giustizia (59%), mentre suscitano la fiducia del 62% degli intervistati sia l'esercito sia la polizia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il film sui migranti di Rocco Siffredi vince l'Oscar del porno di Berlino

  • Per l'Ue anche l'Italia è zona rossa: si salva solo la Calabria (che però perde il "bollino" verde)

  • Erdogan in mutande su Charlie Hebdo, la rabbia del presidente turco: "Canaglie immorali"

  • L'Olanda manda i malati di Covid in Germania: "Nelle terapie intensive solo 200 posti ancora liberi"

  • Erdogan su Macron: "Ha problemi mentali". Conte col presidente francese: "Parole inaccettabili"

  • Dopo la Brexit il Regno Unito pensa di espellere i senzatetto stranieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento