Addio all'Ue dell'Italia? I bookmaker lo danno a 3, davanti a Grecia e Repubblica ceca

Per Atene e Praga le quotazioni sono molto più alte, segno che l'eventualità è ritenuta meno probabile: 5 e 7

ANSA/ANGELO CARCONI

Se qualcuno pensava di scommettere sull'uscita dell'Italia dall'Unione europea forse è arrivato il momento di farlo. A guardare gli andamenti delle quotazioni sembra che i bookmaker comincino a credere che questa eventualità possa diventare un giorno realtà. Il braccio di ferro tra Bruxelles e l'Italia delle ultime settimane, che ha portato il Tesoro a parlare di un clima di accerchiamento dopo l'ennesima lettera Ue inviata a Roma, rimbalza sulla lavagna degli scommettitori d'oltremanica che vedono il nostro Paese principale candidato all'uscita dall'Unione Europea.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo la Brexit, quindi, anche l'Italia potrebbe lasciare l'UE: la quota - riferisce Agimeg - è 3,00 ed è la più bassa nel novero dei Paesi a rischio uscita dall'Europa. La Grecia, che dopo anni di austerità ha rimesso i conti in ordine, è la seconda scelta sulla lavagna dei bookies britannici, a 5,00, seguita da due Paesi dell'Est: la Repubblica Ceca è offerta a 7,00 mentre la Polonia si gioca a 9,00.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In Svezia non c'è la seconda ondata, l'epidemiologo di Stato: "La nostra strategia è sostenibile"

  • "Chiamatemi Principessa", la figlia illegittima del re vuole i titoli. Ma la Casa reale dice no

  • “Salvini marionetta di Putin”, l'alleato di Berlusconi attacca la Lega

  • La Germania ha deciso: il vaccino per il coronavirus sarà volontario

  • I profitti sono cresciuti del 35%, ma Amazon paga solo il 3% di tasse in più

  • Sempre più Tory contro la violazione dei patti sulla Brexit, Cameron quinto ex premier a dire no

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento