menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Manovra, la Spagna sostiene l'Italia: “L'Ue non la tratti come la Grecia”

Da Bruxelles è arrivata la bocciatura del bilancio. Il vicepresidente della Commissione Dombrovskis: “Correggere la rotta, è nell'interesse del Paese”

La Commissione europea nella sua battaglia con l'Italia sulla manovra non deve comportarsi con il nostro Paese come ha fatto in passato con la Grecia. A tendere la mano al governo è la Spagna. "Sarebbe un grosso errore per la Commissione europea cercare di trattare con l'Italia nello stesso modo in cui hanno trattato la Grecia, imponendo un limite molto severo al bilancio, una forte politica di austerità, perché l'Italia non è la Grecia", ha detto Josep Borrell, il ministro degli Esteri di Madrid in un'intervista ieri a Politico.

Proprio oggi è arrivata da Bruxelles la bocciatura ufficiale della manovra, la Commissione ha definitivamente rigettato il documento programmatico di Bilancio del governo italiano per il 2019 e ritiene a questo punto che "l'apertura di una procedura per debito eccessivo è giustificata". Il vicepresidente dell'esecutivo comunitario, Valdis Dombrovskis, in un'intervista a Cnbc ha chiesto di “correggere la rotta”. "Non siamo ancora alle sanzioni - ha detto Dombrovskis - ci sta ancora, per il governo italiano, l'opportunità di prendere misure correttive ed è nel loro interesse".

"L'Italia non può permettersi una seconda recessione", ha detto Borrell, un veterano politico socialista ed ex presidente del Parlamento europeo. "Spero che il governo italiano e la Commissione europea possano ammorbidire le loro reciproche critiche e iniziare una specie di accordo, in stile portoghese".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento