rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Covid / Kiribati

L’isola tropicale senza Covid riapre finalmente ai turisti, ma il primo volo è pieno di contagiati

Non è chiaro come un numero così alto di persone possa aver contratto il virus. Prima della partenza i passeggeri si erano dovuti sottoporre a 14 giorni di quarantena ed effettuare un test

Era uno degli ultimi posti sulla terra dove il Covid non era ancora arrivato, anche grazie al divieto totale di viaggio. Ma a distanza di un anno dalla chiusura totale delle frontiere il virus è arrivato anche nell’isola tropicale di Kiribati, con il primo volo atterrato venerdì scorso. Lo scrive il Guardian.

Kiribati, che si trova a metà strada tra l'Australia e le Hawaii, ha riaperto le sue frontiere il 10 gennaio per la prima volta dopo 10 mesi. Un volo Fiji Airways dalle Fiji alla capitale di Kiribati, Tarawa Sud, il 14 gennaio, è stato il primo aereo ad atterrare dopo la riapertura. E all’arrivo, l’amara scoperta: due terzi dei passeggeri, 46 delle 54 persone a bordo, sono risultati positivi al virus.

Non è chiaro come sia stato possibile che un numero così alto di persone risultasse positivo al coronavirus dato che tutti i passeggeri erano stati in quarantena per due settimane prima della partenza, oltre a essere stati sottoposti a un test prima di salire a bordo. Inoltre, i viaggiatori per Kiribati devono dimostrare di avere completato una doppia vaccinazione almeno 14 giorni prima del viaggio e che non hanno contratto il Covid nei 14 giorni antecedenti la partenza. Misure che purtroppo non sono servite a evitare lo scoppio di un focolaio, con almeno 36 casi finora accertati. Le autorità di Kiribati hanno annunciato un lockdown di quattro giorni in tutta l'isola, insieme a un coprifuoco di due settimane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’isola tropicale senza Covid riapre finalmente ai turisti, ma il primo volo è pieno di contagiati

Today è in caricamento