rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Lo scontro

Intesa Serbia-Russia sulla politica estera, l’Ue frena sull’ingresso di Belgrado in Europa

Il Paese candidato a entrare nell’Ue firma un accordo che prevede “consultazioni” sulla collocazione internazionale. Ira di Bruxelles

L’Unione europea si sta ponendo “serie domande” in merito all’intesa sulla politica estera firmata dai governi di Serbia e Russia. Belgrado, candidata all’ingresso nell’Unione europea, “sta rafforzando ulteriormente i suoi legami con la Russia”, ha avvertito il portavoce della Commissione europea Peter Stano. Nel fine settimana il governo serbo ha infatti firmato un accordo con Mosca che prevede “consultazioni" reciproche su questioni di politica estera.

Il ministro degli Esteri serbo, Nikola Selakovic, ha firmato l’accordo insieme al suo omologo russo, Sergey Lavrov, a margine dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York. Nel corso della riunione tra i Paesi dell’Onu si sono riproposte le forti tensioni degli ultimi mesi tra i Paesi occidentali e la Russia nel contesto dell'invasione dell’Ucraina. Ma mentre l’Ue cercava di isolare ancora di più il governo di Mosca, la Serbia lavorava nella direzione opposta.

“Dall’inizio della guerra l’Ue è stata molto chiara con i Paesi candidati all’adesione, come la Serbia, sul fatto che le relazioni con la Russia non possono andare avanti come se non fossero state compiute atrocità”, ha avvertito il portavoce della Commissione. Invece Belgrado ha firmato un accordo di consultazione reciproca della durata di due anni. Un documento preso “molto sul serio” da Bruxelles anche se definito come un’intesa “tecnica” da parte del ministro degli Esteri serbo dopo la dura reazione europea.

Che succede tra Serbia e Kosovo: i carabinieri italiani in prima linea per evitare la guerra

“La Serbia stessa ha stabilito l’adesione all’Ue come una priorità strategica”, ma “questa decisione implica l’allineamento con le politiche europee, inclusa la politica estera”, ha dichiarato Stano in un briefing con la stampa, avvertendo sulle conseguenze dell’intesa Belgrado-Mosca per il processo di adesione della Serbia all’Unione europea. Dopo lo scontro, alcuni osservatori ipotizzano che lo status della Serbia di Paese candidato all’ingresso nell’Ue possa essere congelato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intesa Serbia-Russia sulla politica estera, l’Ue frena sull’ingresso di Belgrado in Europa

Today è in caricamento