Mancano gli agenti, la polizia rinuncia a 16mila indagini

E' successo in Olanda dove i vertici delle forze dell'ordine sono stati costretti a mettere da parte un quarto dei casi pendenti per mancanza di personale

Mancano gli agenti. E i potenziali criminali possono dormire sonni tranquilli. Succede in Olanda, dove la polizia è stata costretta a mettere da parte oltre 16mila casi su cui sta indagando, come riporta il network radiotelevisivo pubblico NOS.

Secondo quanto emerso, si tratta di denunce di reati molti dei quali supportati da prove evidenti e che riguarda furti a negozi (ripresi da telecamere) e aggressioni violente. Ma nonostante questo, la polizia olandese non riesce ad affrontarli e ha deciso di rinviare le indagini al mese prossimo. A queste si aggiungono altre 23mila denunce ancora in corso di trattazione. A causare i tagli alle attività degli inquirenti è la mancanza di personale. Un problema che i sindacati denunciano da tempo ma che ancora non ha trovato risposta. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Commozione e rabbia per il suicidio di Alysson in Belgio: "È il simbolo dei dimenticati della crisi"

  • L'Olanda legalizzerà la 'liquefazione' in alternativa alla cremazione o alla sepoltura dei morti

  • Bimba di 2 anni uccisa dalla polizia, mobilitazione internazionale per chiedere giustizia

  • In Romania una persona su quattro non ha i servizi igienici in casa, in Italia in 360mila

  • “La Germania confina con l’Italia”, la gaffe della presidente della Commissione von der Leyen

  • Perché Polonia e Ungheria bloccano il Recovery fund (e i fondi per l'Italia). E cosa c'entrano i migranti

Torna su
EuropaToday è in caricamento