rotate-mobile
Martedì, 30 Maggio 2023
L'incidente ferroviario / Grecia

Scontro frontale tra due treni in Grecia: decine di morti

Strage sui binari, almeno 36 morti. Disastro ferroviario nei pressi di Larissa, Grecia centrale. La collisione tra un treno passeggeri e un treno merci poco prima di mezzanotte

Strage sui binari, lo scontro è avvenuto poco prima della mezzanotte. È di almeno 36 morti e 66 feriti il bilancio, destinato ad aggravarsi ancora, dell'incidente ferroviario avvenuto nei pressi di Larissa, nella Grecia centrale.

Incidente ferroviario in Grecia

La società Hellenic Train ha riferito che durante la collisione tra il treno passeggeri Inter City e un treno merci c'erano a bordo poco più di 350 persone.

Un fascicolo d'inchiesta per chiarire le cause del disastro è stato aperto.  I due treni stavano - per motivi ignoti - viaggiando sullo stesso binario, il che ha portato inevitabilmente alla violenta collisione. Le prime due carrozze con decine di passeggeri a bordo sono state sventrate, è scoppiato anche un incendio.

Il capostazione di Larissa sarebbe stato fermato, ma è presto per attribuire eventuali responsabilità. Secondo i media greci, si tratta del peggior incidente ferroviario della storia ellenica.

FqGCYCQX0AAku4A

Secondo il gestore si è trattato di "uno scontro frontale" tra il convoglio merci e l'IC 62 che era partito da Atene per Salonicco. Tre vagoni sarebbero deragliati. Uno dei vagoni cargo ha preso fuoco e diverse persone sono rimaste intrappolate. Le immagini mostrate dalle tv di tutto il mondo in queste ore sono impressionanti: lo scontro è stato violentissimo.

Lo scontro frontale alle 23.24

Secondo le prime informazioni, quando il treno ha iniziato il suo viaggio da Atene, trasportava 430 persone, poi a Larissa ne sono scese circa 80. I passeggeri che sono scesi dal treno illesi ricordano così il momento della collisione. "Eravamo in ritardo di un'ora perché un altro treno era davanti a noi e dovevamo aspettare. C'è stato un botto (...), il treno era pieno". 

L'incidente è avvenuto alle 23:24 a Evangelismos, una cittadina a circa 22 chilometri a nord-est di Larissa e 230 chilometri a nord-ovest di Atene. Decine di mezzi di soccorso sono giunti sul luogo del disastro per prestare le prime cure ai feriti. I vigili del fuoco hanno lavorato per ore per spegnere le fiamme ed estrarre dai vagoni ribaltati i passeggeri che erano rimasti intrappolati. 

La Croce Rossa ha iniziato una raccolta di sangue nella piazza centrale di Larissa per le cure ai feriti dell'incidente ferroviario: appello a tutti i donatori e alla cittadinanza in generale. All'ospedale di Larissa è iniziato il processo di identificazione delle vittime: per molti corpi servirà l'esame del Dna. Ci sono parecchi studenti tra coloro che hanno perso la vita.

Il primo ministro Kyriakos Mitsotakis è arrivato sul luogo dell'incidente: "Oggi il nostro pensiero va ai genitori delle vittime. Il nostro dovere è curare i feriti, identificare i cadaveri e da quel momento posso solo garantire una cosa, scopriremo la causa di questa tragedia e faremo tutto ciò che è in nostro potere per evitare che un fatto del genere si ripeta", ha detto.

kathimerini incidente-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontro frontale tra due treni in Grecia: decine di morti

Today è in caricamento