Maxi inchiesta per pedofilia in Germania: indagate 30mila persone

Nel mirino degli inquirenti una banda di 70 criminali che filmavano abusi sui minori ma anche enorme una rete di utenti che usufruiva dei video utilizzando canali internet

Foto Ansa Ina FASSBENDER / AFP

Sono addirittura 30mila i sospetti potenzialmente coinvolti in una mega inchiesta sulla pedofilia in Germania, che ha lo scopo di provare a smantellare rete di pedofili nella città di Bergisch Gladbach, nel NordReno Westfalia.

"Vogliamo far emergere gli autori di abusi sui minori e coloro che li supportano dall'anonimato di Internet", ha spiegato in una conferenza stampa Peter Biesenbach, ministro della Giustizia per il Land. Finora, circa 70 persone erano coinvolte nell'indagine aperta nell'autunno del 2019 nella città e molte di loro sono attualmente sotto processo. Sono sospettate di aver maltrattato e abusato di bambini per anni e di aver condiviso i loro crimini su gruppi chat online. Finora sono state identificate almeno 40 vittime.

L'indagine si è allargata quando gli investigatori sono stati avvisati dalla polizia canadese che aveva scoperto un giro di pornografia infantile in questa regione della Germania occidentale. Un uomo di 42 anni, il cui processo dovrebbe iniziare ad agosto, è già stato arrestato. Durante l'indagine, gli investigatori hanno scoperto l'esistenza di varie chat, con diverse migliaia di partecipanti che sono tutti finiti ora nel mirino della giustizia tedesca. Dopo vari scandali di pedofilia negli ultimi anni che hanno sconvolto la Germania, le autorità sono molto più intransigenti.

"Gli autori che comunicano nei forum considerano gli abusi sui minori come normali e trovano un gran numero di persone affini. Le soglie di inibizione scendono. E questo è ciò che caratterizza questa situazione criminale" ha avvertito Biesenbach, secondo cui "se vogliamo combattere attivamente l'abuso di minori su Internet, dobbiamo anche parlare delle norme legali sulla conservazione dei dati. Uno non funziona senza l'altro".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coperti dall'anonimato assicurato da questi forum i sospetti parlavano apertamente di sesso con minori e anche dandosi vicendevolmente consigli. "Non avevo preventivato neanche lontanamente la portata del fenomeno su Internet. Quello che la squadra investigativa ha portato alla luce è profondamente inquietante", ha dichiarato il ministro secondo cui bisogna riconoscere "che gli abusi sui minori sono più diffusi online di quanto pensassimo in precedenza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scrive "vuoi sposarmi?" con 100 candeline, e la casa prende fuoco

  • Dal punto di vista economico la strategia dell'immunità di gregge in Svezia ha pagato

  • In Francia mascherine anche all'aperto, i medici: "Assurdo per chi fa jogging"

  • L'Olanda gli nega l'asilo, siriano 14enne si suicida

  • Oltre mille nuovi casi al giorno in Germania, mai così tanti da maggio

  • I medici tedeschi: "In Germania siamo già in una seconda ondata di coronavirus"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento