menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inchiesta Onu sulla Siria: “Damasco ha usato armi chimiche”. L'Ue: “Avanti con le indagini”

Mogherini: “Atti indicibili contrari al diritto internazionale”. La Russia mette in dubbio la correttezza dei metodi di indagine. Provato che anche l'Isis ha utilizzato il sarin

Il Consiglio di Sicurezza dell'Onu ha tenuto una riunione ieri sul presunto uso di armi chimiche in Siria per discutere l'ultimo rapporto della commissione congiunta di Onu e Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (Opac), che attribuisce a Damasco la responsabilità per l'attacco con gas sarin dell'aprile scorso nella zona di Khan Shaykhun nell'aprile scorso e all'Isis quell a Um-Housh nel settembre 2016.

"L'Ue sostiene appieno il lavoro del meccanismo di investigazione congiunto UN-OPCW (JIM), la cui professionalità e indipendenza è fuori discussione: il JIM deve continuare il proprio lavoro che è prezioso", ha chiesto Federica Mogherini a nome dell'Unione europea. L'Alto rappresentante ha dichiarato che “l'Ue esprime la sua forte condanna per questi atti indicibili”, affermando che “l'uso spaventoso da parte del regime siriano dell'agente nervoso sarin contro il popolo di Khan Sheikhoun ha provocato centinaia di vittime”, e ricordando che “l'uso di armi chimiche da parte di chiunque, sia esso un attore statale o non statale, ovunque e in qualsiasi circostanza è contrario al diritto internazionale e deve essere rigidamente condannato”.

Il tema però produce divisioni all'interno delle Nazioni Unite e la Russia si è opposta a una bozza di risoluzione Onu per estendere il mandato per l'inchiesta internazionale che scade il 17 novembre. La bozza presentata dagli Stati Uniti prevede che la Siria non debba sviluppare o produrre armi chimiche e invita tutte le parti coinvolte a fornire piena cooperazione con indagini internazionali. Mosca mette in dubbio le modalità con cui sono state condotte le indagini, poiché i campioni provenienti dalla scena dell'incidente sono stati ricevuti attraverso terzi, non prelevate direttamente dagli esperti, i quali non hanno visitato Khan Shaykhun.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento