rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Le elezioni / Spagna

In Spagna vincono i popolari ma Vox non sfonda, maggioranza incerta

Sondaggi discordanti alla chiusura delle urne nel Paese iberico, si teme un periodo di instabilità politica nella nazione, ma sembra sicuro che la prima formazione sarà il Pp di Núñez Feijòo

Come previsto dai sondaggi il Partito popolare ha ampiamente vinto le elezioni in Spagna, ma i sondaggi sono discordanti e pare che non si sia stato l'atteso successo dell'estrema destra di Vox, complicando in questo modo la formazione di un governo di coalizione guidato dal leader del Pp Alberto Núñez Feijòo. Il partito socialista di Pedro Sanchez ottiene una buona affermazione e la terza forza del Paese risulterebbe essere la sinistra radicale di Yumar, guidata da Yolanda Diaz. Questi i primi exit poll che se confermati dai risultati ufficiali significheranno un periodo di instabilità per il Paese iberico che dovrà faticare a trovare le giuste geometrie per creare un nuovo esecutivo.

Secondo le proiezioni di Rtve (la Rai iberica) il Pp otterrebbe tra i 145 e i 150 seggi, Vox di Santiago Abascal, il partito alleato in Europa di Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni, uscirebbe dimezzato con un numero di seggi tra i 24 e i 27..Il Psoe del premier uscente tiene con una forbice tra i 113 e i 118 eletti, Sumar, la coalizione di sinistra di cui fa parte anche Podemos, sarebbe terzo partito con 28-31 seggi. Quarta Vox che, invece, esce dimezzata con un numero di seggi tra i 24 e i 27. Un sondaggio Gad3 per Mediaset dà al centrodestra la maggioranza assoluta con 181 deputati, di cui 150 per il PP e 31 per Vox, cinque oltre la soglia necessaria a governare di 176. Il Psoe, secondo questi dati, sarebbe fermo a 112 seggi, la sinistra di Sumar quarta fermandosi a 27.

Continua a leggere su Europa.Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Spagna vincono i popolari ma Vox non sfonda, maggioranza incerta

Today è in caricamento