rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
La polemica / Belgio

Una granata di cioccolato per sostenere l’Ucraina: l'iniziativa fa discutere

L'idea di un commerciante belga, ma sui social infuria il dibattito con molti clienti che sostengono che avrebbero preferito un cuore o un simbolo differente

Come molti cittadini belgi e decine di aziende e imprese europee, un cioccolataio belga ha deciso di venire in aiuto alle vittime della guerra in Ucraina, ma a modo suo. Per mostrare solidarietà al Paese assediato ha messo in vendita delle granate di cioccolato, annunciando che parte dei ricavi verrà donata al consorzio Ukraine1212 che riunisce diverse associazioni che stanno inviando aiuti umanitari al Paese invaso dall'esercito della Russia di Vladimir Putin. Un'iniziativa lodevole, ma la scelta della forma del cioccolatino ha disturbato alcuni dei clienti abituali che hanno sostenuto che sarebbe stato meglio produrlo con la forma di "un cuore" o di un altro simbolo.

Di fronte a queste critiche, i dirigenti si sono spiegati su Facebook: "Stiamo parlando della guerra. Cerchiamo di essere chiari. La gente guarda le notizie, vive con esse. Ma questa emozione scompare rapidamente” dice il proprietario del locale. “Il prodotto doveva essere chiaro e riflettere la realtà. Ma doveva anche essere sofisticato, come tutti i prodotti Beugnies Les Chocolats", cioè il nome del locale. "È per questo che abbiamo scelto la granata. Riflette la realtà del tempo di guerra. È un segnale forte per i consumatori”, si legge nel post.

Il manager si è poi giustificato alle telecamere della Bfmtv: "Volevamo qualcosa che assomigliasse un po' ad uno 'shock' al cioccolato. Volevamo che fosse chiaro: ho avuto molti commenti sui social network che mi chiedevano perché non ho fatto cuoricini, fiori o colombe. Non è la mia immagine che viene in mente di quello che sta succedendo oggi in Ucraina", ha detto. E l'idea comunque sembra avere avuto un certo successo, al di là delle polemiche, e finora 350 di questi pezzi sono stati già venduti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una granata di cioccolato per sostenere l’Ucraina: l'iniziativa fa discutere

Today è in caricamento