menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
ANSA/ FRANCESCO ARENA

ANSA/ FRANCESCO ARENA

Piena nelle Gole di Raganello, l'Ue: "Siamo pronti ad aiutare l'Italia"

L'ultimo bilancio della tragedia in Calabria è di dieci morti, ma potrebbero essere di più. Si cercano ancora i dispersi. Il commissario Stylianides: "Il mio pensiero alle vittime e ai coraggiosi soccorritori"

L'Unione europea “è pronta ad aiutare per sostenere la protezione civile italiana nelle operazioni di salvataggio", dopo la tragedia nelle gole del Raganello in Calabria. Il commissario Ue alle Crisi umanitarie, Christos Stylianides, ha assicurato il supporto di Bruxelles al nostro Paese. "Rivolgo i miei pensieri alle vittime delle inondazioni in Calabria e ai coraggiosi primi soccorritori", ha scritto su Twitter il rappresentante dell'esecutivo comunitario.

Nella notte si è aggravato il bilancio delle vittime tra gli escursionisti travolti dall'ondata di piena del torrente Raganello a Civita di Castrovillari, in Calabria. Sono 10 quelle accertate, 6 donne e 4 uomini, dopo che la Protezione civile regionale ha rivisto un numero che nella notte era salito fino a 11. Ma il numero delle vittime potrebbe essere purtroppo più alto avvertono le autorità mentre sono ancora in corso le ricerche dei dispersi. Sono 23 invece gli escursionisti tratti in salvo. Sette persone sono state trasportate in ospedale. Tra loro, anche una bambina di 9 anni portata in salvo dall'elicottero dei vigili del fuoco e trasferita nell'ospedale di Cosenza per ipotermia.

La forza dirompente dell’acqua, alimentata dal violento temporale che si è abbattuto nella zona, ha scaraventato le vittime anche a cinque chilometri di distanza dal luogo in cui sono state travolte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Perché l’Italia è il primo Paese Ue a bloccare l’export di vaccini

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento