Litiganti nel castello: il governo Merkel va in clausura per due giorni. E scoppia la polemica sui media tedeschi

Una due giorni di ritiro assai poco spirituale nel castello di Meseberg a pochi chilometri da Berlino per la nuova edizione della Grosse Koalition. Ospiti di eccezione il Segretario generale della Nato ed il Presidente della Commissione Ue

Il governo tedesco si ritrova a Meseberg. EPA/CLEMENS BILAN

La "coalizione della confusione", "la coalizione dei conflitti": la prima clausura del nuovo governo di Angela Merkel, oggi e domani nel castello di Meseberg, a pochi chilometri da Berlino, viene sottolineata da una stampa tedesca già insoddisfatta dalle prime esternazioni dei ministri delle scorse settimane. Dopo che per mesi aveva atteso un esecutivo che ha faticato assai a formarsi, con tanto di grosse polemiche interne nei partiti che per la terza legislatura consecutiva vi fanno parte. 

Litiganti nel castello

La CDU-CSU e l'SPD, i partiti della Grosse Koalition litigano sull'Islam, sulla sicurezza interna e sui sussidi di disoccupazione, sottolineano un po' tutti i media tedeschi, e in questo clima è difficile capire quale sia la reale capacità di azione del nuovo governo. In questo contesto si situa la prima clausura dei ministri, iniziata ieri pomeriggio con l'obiettivo di serrare le fila politiche, e anche quello, più umano, di conoscersi meglio di persona. 

Special Guest Stoltenberg e Juncker 

E non si conosceranno solo tra di loro, l'esecutivo Merkel avrà infatti un paio di special guest di tutto rispetto, come il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, atteso per un focus sul ruolo della Nato, e il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker, che parlerà invece del ruolo dell'Ue nel mondo. D'altronde l'esecutivo comunitario non è nuovo a esperienze dello stesso tipo, ossia di trovarsi un fine settimana in un luogo isolato per fare conoscenza e delineare gli scenari politici di corto e medio-lungo termine. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In Svezia non c'è la seconda ondata, l'epidemiologo di Stato: "La nostra strategia è sostenibile"

  • “Maxi-riciclaggio da 2mila miliardi”. Trema il settore bancario: coinvolti tre istituti europei

  • “Salvini marionetta di Putin”, l'alleato di Berlusconi attacca la Lega

  • L'Irlanda mette in quarantena chi arriva dall'Italia

  • Ryanar taglia il 40% dei voli a ottobre e accusa i governi Ue: "Cattiva gestione della crisi Covid"

  • Nuovi lockdown a Madrid, a Marsiglia terapie intensive piene. In Ue avanza la seconda ondata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento