rotate-mobile
Giovedì, 6 Ottobre 2022
Crisi energetica

Germania senza gas: Scholz ora chiede un gasdotto con il Sud Europa

Il cancelliere vuole ‘resuscitare’ il progetto del Midcat, una maxi-condotta per portare energia dalla penisola iberica alla locomotiva industria tedesca

Dopo lo stop alle consegne di gas russo attraverso il Nord Stream, la Germania è alla disperata ricerca di canali di approvvigionamento energetico alternativi a Mosca. Una possibile via d’uscita per evirare di rimanere senza energia potrebbe essere quella di costruire al più presto un gasdotto che colleghi la locomotiva industriale del continente al Sud Europa, che stavolta sembra aver fatto i compiti a casa meglio di Berlino. L’idea di una maxi-condotta che porti il gas dalla penisola iberica alla Germania è stata rilanciata dallo stesso cancelliere Olaf Scholz.

"Sono molto attivo nei colloqui con i miei due colleghi in Spagna e Portogallo”, ha detto Scholz riferendosi ai primi ministri Pedro Sanchez e Antonio Costa, “ma anche con il presidente francese”, Emmanuel Macron, “e la presidente della Commissione europea”, Ursula von der Leyen, “nel sostenere che dovremmo intraprendere un progetto del genere”. Progetto che in realtà già c’è. Si chiama Midcat e, secondo i piani originari, avrebbe dovuto portare il gas dal Portogallo e dalla Spagna alla Germania passando per la Francia. Lanciato nel 2013, il piano attirò le critiche dei gruppi ambientalisti prima di essere abbandonato nel 2019. 

Nel contesto del conflitto in Ucraina e delle interruzioni alle vendite di gas dalla Russia all’Ue come rappresaglia contro le sanzioni, la presidente della Commissione europea  aveva chiesto la ripresa del progetto, affermando che avrebbe avuto un'importanza geopolitica. Al pressing di von der Leyen si è ora aggiunto quello del diretto interessato, in cancelliere Scholz, che in meno di un anno di governo si è trovato a dover gestire una delle più profonde crisi energetiche dei tempi recenti. 

"La Germania sta diventando l'anello debole dell'Europa"

Il gasdotto dai Paesi del Sud verso l'Europa centrale è “visibilmente assente”, ha detto il cancelliere ai giornalisti. Ma se esistesse, “ora darebbe un enorme contributo ad alleviare e alleggerire la situazione dell’offerta” di energia. Parole che suonano come una richiesta di aiuto ai Paesi del Sud Europa in un contesto nel quale, ormai è chiaro a tutti, la Germania si trova in forte difficoltà.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Germania senza gas: Scholz ora chiede un gasdotto con il Sud Europa

Today è in caricamento