rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Vaccinazione / Germania

Bambini vaccinati con un farmaco anti-Covid non autorizzato, polemica in Germania

Un errore, dicono le autorità sanitarie, che non ha provocato effetti collaterali. In Francia, invece, 6 minori hanno ricevuto una dose troppo forte di Pfizer

È polemica nel Nord Reno-Vestfalia, la regione più popolosa della Germania, dopo che le autorità sanitarie hanno ammesso che ad alcuni bambini è stato inoculato per errore un vaccino che non è stato ancora autorizzato per la fascia 5-11 anni. Non è ancora chiaro il numero esatto dei minori coinvolti, ma per il momento, si legge su Deutsche Welle, non si riportano effetti collaterali.

L’errore, a quanto si apprende, è stata la somministrazione di dosi di Moderna ai bambini, laddove nell’Ue l’unico preparato approvato per la fascia degli under-12 è quello di Pfizer-BioNTech. I genitori dei bambini coinvolti sono stati informati e le autorità stanno seguendo gli sviluppi. La Germania ha da poco iniziato a vaccinare i bambini sopra i 5 anni, in seguito all’approvazione da parte dell’Ema (l’Agenzia europea del farmaco) del siero Pfizer per la fascia d’età tra i 5 e gli 11 anni. L’Ema avrebbe anche già avviato le pratiche per valutare la sicurezza del vaccino di Moderna per i bambini al di sotto dei 12 anni, la soglia fissata al momento attuale.

Nelle ultime 24 ore, il Paese ha contato oltre 16mila nuovi casi d’infezione da Covid e 119 decessi. È l’inizio di una quinta ondata “massiccia”, come certificato dal neo-insediato ministro alla Salute, l’epidemiologo Karl Lauterbach, il quale deve anche far fronte ad una carenza di vaccini. Per procurarseli, Berlino è pronta a sborsare diverse decine di miliardi di euro, comprandoli direttamente dalle case produttrici ma anche dagli altri Stati europei.

La terza dose, cosiddetta booster, sarà il “nucleo centrale” nella lotta contro la variante Omicron, meno aggressiva ma estremamente contagiosa. Lauterbach si è detto in favore, almeno in linea di principio, alla vaccinazione obbligatoria della popolazione. La stretta del nuovo governo sulle restrizioni anti-Covid ha avuto gli effetti paralleli di rilanciare la campagna vaccinale da un lato e di innescare nuove violente proteste in tutto il Paese dall’altro.

Un caso simile a quello verificatosi nel Nord Reno-Vestfalia si è registrato in Francia. Qui, 6 bambini sotto i 12 anni hanno ricevuto sì il vaccino giusto, ossia il Pfizer, ma con un dosaggio doppio rispetto a quello autorizzato dall'Ema e dall'autorità sanitaria francese. Le famiglie, per il momento, non segnalano effetti collaterali preoccupanti, anche se due minori sono ancora sotto osservazione, scrive Le Soir. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambini vaccinati con un farmaco anti-Covid non autorizzato, polemica in Germania

Today è in caricamento