Mercoledì, 28 Luglio 2021
Attualità

L'esercito tedesco si prepara a lasciare l'Afghanistan e si riporta indietro 22mila litri di birra

Normalmente ai soldati è consentito consumarne due lattine al giorno, ma per l'ultimo periodo di permanenza i comandanti hanno disposto il divieto a causa del rischio di attacchi e violenze

Anche l'esercito della Germania, così come ha fatto oggi quello italiano dopo 20 anni di presenza nel Paese, si appresta a lasciare definitivamente l'Afghanistan. E le truppe di Berlino nell'attesa dell'addio definitivo dovranno rinunciare alle loro tanto amate birre, dopo che i comandanti hanno recentemente vietato ai soldati di bere, visto che nella nazione è tornato a crescere il livello del rischio di scontri e violenze.

Come ha riportato per primo il Der Spiegel, le truppe tedesche hanno un enorme surplus di alcol nelle loro basi, ai soldati è normalmente permesso consumare due lattine di birra al giorno, o una misura equivalente di un altro tipo altro alcol. Più di 60mila lattine di birra, intorno ai 22.500 litri, e centinaia di bottiglie di vino e champagne si trovano a Camp Marmal vicino a Mazar-i-Sharif, nel nord dell'Afghanistan, secondo quanto riporta il giornale, e ora verranno tutte riportate in patria per ordine del comandante Ansgar Meyer. In Afghanistan gli alcolici non potrebbero essere comunque venduti o regalati alle popolazioni locali per ragioni legali e religiose, e così per evitare gli sprechi si è deciso di riportarle in Europa.

La Germania ha più di 1.100 soldati ancora in Afghanistan. 59 dei suoi soldati sono morti nel paese dall'inizio del conflitto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'esercito tedesco si prepara a lasciare l'Afghanistan e si riporta indietro 22mila litri di birra

Today è in caricamento