rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Attualità

In Germania raggiunto l'accordo di governo, Scholz pronto a prendere il posto di Merkel

Dopo due mesi di trattative socialdemocratici, verdi e liberali hanno trovato un'intesa per dare il via al nuovo esecutivo. Si prevedono più investimenti pubblici e più durezza in politica estera

La Germania sta per avere finalmente un nuovo governo. Dopo due mesi di trattative la cosiddetta 'coalizione semaforo', ha raggiunto un accordo che dovrebbe permettere al leader socialdemocratico, Olaf Scholz, di succedere ad Angela Merkel come cancelliere del Paese.

I “rossi” socialdemocratici dell'Spd, che hanno avuto la maggioranza alle elezioni del 26 settembre, con circa il 26% delle preferenze, i Verdi e i “gialli” Liberaldemocratici (Fdp) presenteranno oggi l'intesa che darà vita a un Governo tripartito. L'accordo, come da prassi, sarà poi posto all'esame dei partiti, con i Verdi che intendono consultare tutti i loro membri, mentre l'Spd ha già programmato una conferenza di partito straordinaria per il 4 dicembre, dove deciderà se accettare o meno il risultato. L'Fdp prevede di fare lo stesso nella propria conferenza del partito in programma il 5 dicembre. Se tutte le parti approveranno l'accordo, come sembra più che probabile, Scholz verrà eletto cancelliere nella settimana del 6 dicembre. Questo significherebbe ache ci saranno voluti 73 giorni per formare un nuovo governo dopo le elezioni. Meno della metà dei 171 che furono necessari dopo le elezioni del 2017 per formare la Grande coalizione dei Democratici Cristiani (Cdu) della Merkel con i socialdemocratici.

Il programma politico mira a rivedere l'economia tedesca con un focus sulla lotta ai cambiamenti climatici e l'ammodernamento dell'infrastruttura digitale del Paese. Il programma di investimenti sarà in parte finanziato dal debito, segnando un allontanamento dall'ortodossia fiscale dell'era Merkel e dalla sua insistenza sul pareggio di bilancio, e significa anche che sul punto i liberali avrebbero abbandonato la linea dura. Gli assistenti di Scholz hanno affermato che il nuovo Governo utilizzerà il debito per alimentare la crescita. Anche se le relazioni estere della Germania, che sono state tradizionalmente definite da interessi commerciali, è improbabile che cambino sostanzialmente sotto Scholz, ma il suo Governo probabilmente cambierà tono quando si tratterà di avere a che fare con regimi accusati di violazioni dei diritti umani, secondo diversi politici, e abbandonerà la linea diplomatica di Merkel.

Le cariche ministeriali chiave saranno divise tra i tre partner: il leader dell'Fdp, Christian Lindner, diventerà ministro delle Finanze, il co-presidente dei Verdi, Robert Habeck, guiderà un ministero dell'Economia ampliato che avrà la supervisione sulla politica climatica ed energetica e la sua alleata, Annalena Baerbock, diventerà la prima donna ministro degli Esteri della Germania, secondo le prime indiscrezioni della stampa. La nomina di Baerbock, che è una sostenitrice vocale dei diritti umani e critica dei regimi non democratici, probabilmente cambierà la posizione diplomatica nelle relazioni con la Cina e la Russia, due dei principali partner commerciali della Germania, almeno nelle dichiarazioni pubbliche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Germania raggiunto l'accordo di governo, Scholz pronto a prendere il posto di Merkel

Today è in caricamento