rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
La richiesta / Stati Uniti d'America

Il più alto generale Usa: servono più basi Nato nell'Est Europa

Secondo il comandante Milley, presidente degli Stati maggiori riuniti, Paesi come Polonia e Romania sarebbero ben felici di ospitarle e anche di pagare la loro costruzione

La Nato dovrebbe costruire basi militari più permanenti nell'Europa orientale. È la richiesta che arriva da uno dei generali più influenti degli Stati Uniti, dopo che il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, ha avvertito che la guerra in Ucraina “può durare a lungo, per molti mesi, anche anni, e che quindi bisogna “essere preparati per il lungo periodo”, sia per sostenere Kiev, sia “per rafforzare le nostre difese".

In quest'ottica il generale Mark Milley, il comandante Usa più anziano e presidente Stati maggiori riuniti, un organo che riunisce i capi di Stato maggiore di ciascun ramo delle forze armate statunitensi, ha chiesto la creazione di nuovi avamposti sul fianco orientale dell'Alleanza Atlantica in Paesi come la Polonia, la Romania e le nazioni baltiche. “Il mio consiglio sarebbe di creare basi permanenti ma non stazionare permanentemente”, delle determinate forze, “in modo da ottenere l'effetto della permanenza da parte delle forze di rotazione che si alternano in basi permanenti", ha detto il generale aggiungendo che gli stessi Paesi che le ospiterebbero sarebbero anche disposta a pagare per la loro costruzione. “Le costruiranno, le pagheranno”, ha affermato parlando in un'audizione del comitato per i servizi armati della Congresso degli Stati Uniti.

Le truppe dell'Alleanza atlantica sono già di stanza in Estonia, Lettonia, Lituania e Polonia, ma anche Ungheria, Slovacchia, Romania e Bulgaria. Gli Stati Uniti rappresentano il 69% della spesa militare della Nato e l'amministrazione di Joe Biden, come prima quella di Donald Trump, sta cercando di ridurre questa dipendenza dai dollari americani. L'anno scorso solo otto Paesi hanno raggiunto l'obiettivo dell'alleanza del 2% del Pil da spendere per la difesa: Grecia, Stati Uniti, Polonia, Regno Unito, Croazia, Estonia, Lettonia e Lituania. Tuttavia, l'invasione dell'Ucraina ha provocato una rivalutazione idei livelli di spesa militare in tutta Europa e in particolare la Germania ha promesso di raddoppiare il suo budget per la difesa a 100 miliardi di euro. Milley ha affermato che il nuovo denaro potrebbe essere utilizzato per finanziare queste basi permanenti, una questione che probabilmente sarà discussa in un vertice dei leader della Nato a Madrid a giugno.

Nato-est-europa-2

La mappa della presenza di truppe Nato in Europa dell'Est - fonte The Times

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il più alto generale Usa: servono più basi Nato nell'Est Europa

Today è in caricamento