menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Ansa EPA/DMITRI LOVETSKY

Foto Ansa EPA/DMITRI LOVETSKY

Putin avverte l'Ue: il gas russo vitale per l'Europa

Mosca prevede che in 10 anni le esportazioni verso l’Unione cresceranno di 100 miliardi di metri cubi. Un ruolo fondamentale lo giocheranno i gasdotti Nord Stream 2 e Turkish Stream

Nonostante una “guerra fredda” a base di sanzioni e dichiarazioni di ostilità l’Unione europea ha bisogno di Vladimir Putin, o meglio del suo gas. L’avvertimento a Bruxelles lo ha inviato Mosca stimando il potenziale di crescita delle esportazioni verso l'Ue in 100 miliardi di metri cubi nei prossimi 10 anni. Lo ha dichiarato il ministro dell'Energia russo, Alexander Novak, in una sessione della Russian Energy Week. "Per quanto riguarda i gasdotti, ci aspettiamo un aumento del consumo di gas in Europa: considerando la riduzione della produzione europea di gas e la crescita dei consumi, vediamo un grande potenziale per le importazioni di gas e stimiamo un aumento delle importazioni a circa 100 miliardi di metri cubi", ha detto Novak citato dall’agenzia Tass.

I gasdotti

E per fa fronte alla crescita della domanda sarà necessaria la costruzione di nuovi gasdotti, i cui progetti sono già in stato avanzato. Per Alexander Medvedev, vice amministratore delegato di Gazprom, “quest'anno batteremo un altro record e questo record ci porterà vicini ai 204,5 miliardi di metri cubi di gas”, esportati in Europa. Secondo Medvedev quindi “la domanda aggiuntiva di gas significa che dobbiamo creare nuove rotte di trasporto: Nord Stream 2 e Turkish Stream sono vitali per l'Europa".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Perché l’Italia è il primo Paese Ue a bloccare l’export di vaccini

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento