rotate-mobile
Sabato, 28 Gennaio 2023
Inquinamento domestico

"Usare il gas in cucina espone a agenti inquinanti quanto il fumo passivo"

Uno studio afferma che nell'ultimo anno oltre 200mila minori italiani hanno sofferto di asma a causa della cottura sui fornelli

Solo nell'ultimo anno sono oltre 200mila i bambini italiani che hanno sofferto i sintomi dell'asma a causa delle emissioni inquinanti della cottura a gas. Lo afferma un rapporto dell'organizzazione no profit per l'efficienza energetica Clasp e della European Public Health Alliance, con il contributo tecnico dell'Organizzazione olandese per la ricerca scientifica applicata. Il documento evidenzia che cucinare sui fornelli anziché sulle piastre elettriche provoca un inquinamento interno da biossido di azoto (NO2) che supera le linee guida dell'Organizzazione mondiale della sanità per la qualità dell'aria e gli standard dell'Ue per l'inquinamento esterno "più volte alla settimana per tutto l'anno".

"Gli apparecchi a gas dovrebbero riportare etichette di avvertenza sulla salute come i pacchetti di sigarette: i funzionari europei dovrebbero considerare questi rischi per la salute", ha affermato la direttrice di Clasp, Christine Egan. "Le persone passano la maggior parte del proprio tempo a casa" ma "poche sono consapevoli dei rischi dannosi che comportano le cucine a gas: preparare la cena può esporre a tanti agenti inquinanti quanti quelli del fumo passivo", ha aggiunto la direttrice dell'organizzazione con sede negli Stati Uniti. 

Proprio dall'altra parte dell'oceano potrebbero presto arrivare le prime novità normative sulle cucine a gas. Come riportato dall'agenzia Bloomberg, una nuova ricerca peer-reviewed pubblicata il mese scorso ha rilevato che oltre il 12% degli attuali casi di asma infantile negli Stati Uniti può essere attribuito all'uso di cucine a gas. Dati che stanno convincendo la commissione Usa sulla sicurezza dei beni di consumo ad adottare contromisure. Richard Trumka Jr., un rappresentante dell'agenzia federale, è stato chiaro: "Qualsiasi opzione è sul tavolo. I prodotti che non possono essere resi sicuri possono essere vietati".

Parole che hanno messo in allarme l'Associazione dei produttori di elettrodomestici, che rappresenta aziende specializzate nelle cucine a gas come Whirlpool, la quale ha fatto notare che ogni tipo di cottura produce emissioni e sottoprodotti nocivi indipendentemente dal tipo di alimentazione utilizzata. "La ventilazione è davvero il punto su cui dovrebbe concentrarsi questa discussione, piuttosto che vietare un particolare tipo di tecnologia", ha affermato Jill Notini, vicepresidente della lobby con sede a Washington.

In Europa il dibattito è ancora ai blocchi di partenza, ma i numeri diffusi oggi potrebbero dargli il via. Nel Vecchio Continente "un’abitazione comune dotata di cucina a gas supera regolarmente il valore giornaliero di NO2 di 25 μg/m3 delle linee guida dell’Oms in quasi tutte le condizioni di cottura a gas", si legge nello studio. Il tema dovrebbe interessare particolarmente l'Italia, primo Paese Ue per percentuale di case dotate di cucina a gas (68,7% a fronte di una media europea di poco superiore al 30%).

cucine_a_gas

L'Italia risulta infatti il Paese Ue più colpito dall'asma infantile che si ritiene legata all'uso di cucine a gas, ritenuta responsabile di circa 234mila casi di malattia respiratoria tra i bambini. Seguono la Francia (146mila casi), la Spagna (121mila) e i Paesi Bassi (quasi 73mila).  

asma_cucine

Ovviamente far circolare l'aria e usare la cappa di aspirazione sono abitudini che riducono i rischi. Tuttavia, "l’efficienza del filtro" delle cappe di ricircolo "diminuisce durante il primo mese di utilizzo al 19% in poco meno di 19 giorni", riducendone dunque la funzionalità nel tempo.

"La cottura a gas - denuncia il rapporto - contribuisce ai casi di asma infantile e peggiora i sintomi negli adulti asmatici". L’Oms, hanno ricordato gli autori dello studio, "ha stimato che i bambini che vivono in case con cucine a gas hanno il 20% di rischio in più di contrarre malattie del tratto respiratorio inferiore" mentre "altre ricerche collegano la combustione del gas in ambiente domestico allo sviluppo nei bambini del disturbo da deficit di attenzione/iperattività". Lo scorso anno, più di 700mila bambini nell’Ue hanno presentato sintomi dell’asma a causa della cucina a gas, si afferma nello studio. "Il 12% degli esistenti casi pediatrici di asma potrebbero essere evitati se le cucine a gas fossero immediatamente rimosse dalle abitazioni europee", hanno evidenziato le organizzazioni che chiedono ora un intervento di Bruxelles.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Usare il gas in cucina espone a agenti inquinanti quanto il fumo passivo"

Today è in caricamento